lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Napoli, Piazza Garibaldi – Pedoni ed automobilisti inferociti

Pare volgere al termine l’interminabile disagio che quotidianamente vivono migliaia di pendolari e cittadini napoletani, nell’attraversamento pedonale che divide la Stazione Centrale con la nuova linea della Metropolitana 1.

La situazione non è agevole in quanto, in poche decine di metri, si concentra l’enorme afflusso di auto che provenendo dall’autostrada si riversano verso il centro città e, migliaia e migliaia di persone che raggiungono Napoli da tutta la Provincia.

Il video che vi proponiamo è eloquente.

Qualche mese fa, per regolare l’enorme afflusso di persone, furono installati i semafori ma ciò non ha risolto il problema, tutt’altro.

Il semaforo verde pedonale, scatta dopo lunghi minuti d’attesa che impazientiscono i pedoni causando in alcuni casi,  l’improprio attraversamento della strada con semaforo rosso. Inevitabili i disagi: automobilisti e pedoni inferociti, nei giorni scorsi si sono sfiorati pericolosi incidenti.

Purtroppo nemmeno la presenza della Polizia Municipale riesce ad arginare le grandi code che si creano da ambo le parti e che, nel caso delle autovetture, arrivano sino all’imbocco dell’autostrada Napoli-Salerno.

La notizia positiva pare – nella nostra città il condizionale è d’obbligo – sia in dirittura d’arrivo.

Il prossimo 25 Aprile saranno ultimati i lavori alla stazione della Metro (lato Hotel Terminus) che consentirà non solo di liberare una parte della Piazza dall’interminabile cantiere (la data di inizio lavori ormai è un lontano ricordo…) ma soprattutto, ci sarà l’apertura del collegamento sotterraneo che collegherà la stazione centrale con la Metro 1 nonché, con il nuovo “centro commerciale”. Ciò consentirà di snellire sensibilmente l’attraversamento pedonale con il conseguente agevole deflusso delle autovetture.

Insomma, ancora un po’ di pazienza per pendolari ed automobilisti.

Vincenzo Eremitico

Vincenzo si è diplomato al liceo scientifico, ha una smisurata passione per la politica italiana ed estera e per le nuove tecnologie 2.0...quelle che contribuiscono a migliorare la vita di tutti i giorni.
Ha maturato competenze nell'Information Technology e nella pubblica amministrazione.
Attivo nel campo politico e religioso crede che dare voce ai problemi di tutti i giorni sia fondamentale perché solo "denunciando" ciò che accade intorno a noi, si può contribuire a migliorare il nostro quotidiano pertanto, oggi più che mai è arrivato il momento di scrivere, di raccontare insomma....verba volant scripta manent!