venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Thom Yorke VS Spotify: un’altra critica al servizio streaming

Thom Yorke VS Spotify

Ancora fortemente acceso è l’odio tra Thom Yorke, leader e frontman dei Radiohead, per Spotify, il celebre servizio di musica in streaming.

Quattro anni fa, il musicista l’aveva aggressivamente definito come “l’ultima disperata scoreggia di un corpo in putrefazione“. Nonostante tutto, l’intero catalogo della band è stato pubblicato sulla piattaforma l’anno scorso e dall’inizio di questo mese anche quello dell’artista come solista. Si pensava quindi che le ostilità fossero cessate, ma non è così.

Nelle ultime ore, il cantante si è inserito in un’altra conversazione su Twitter, dove un suo collega, Geoff Barrow dei Portishead, si è lamentato del servizio della piattaforma dicendo: “Una domanda veloce per i musicisti… quanti di voi hanno guadagnato più di £500 da Spotify?

SpotifySono in molti quelli che hanno colto la palla al balzo per dire la propria: il produttore hip-hop Dan Le Sac, che afferma di avere guadagnato solo 100 sterline da ben 20.000 stream, mentre la cantautrice Lone Lady ha seccamente risposto con un “no”.

Anche Thom quindi non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di dire la sua, tramite un post che rimandava a quello di Geoff: “Signore e signori, vi invito a leggere i commenti a questo post… e non dico altro”. Insomma, l’astio non sembra essere cessato.

Clicca qui per visualizzare il post di Thom Yorke su Twitter.