mercoledì 15 agosto 2018
Ultime notizie

Napoli riapre l’ ingresso storico al Duomo era divenuta una piazza di spaccio

 

 

 

Napoli riapre l’ ingresso storico al Duomo ingresso che viene sottratto ai drogati e agli spacciatori, dopo anni di decenni di oblio e degrado ma finalmente dopo pochi giorni è tornato l’ ordine e la pulizia nella piazzetta e nell’ area circostante. Riapre l’ingresso storico al Duomo e, insieme, un’altra piazza viene sottratta allo spaccio di droga. Dopo decenni di abbandono e oblio è stata restaurata e messa in sicurezza la scala che da piazza Sisto Riario Sforza conduce all’interno dell’edificio religioso e riqualificata l’area. L’intervento è stato ideato e sostenuto economicamente dal Pio Monte della Misericordia, in accordo con la Curia e sotto l’egida della Soprintendenza all’archeologia, Belle arti e paesaggio. Un’operazione di grande valore storico, artistico e sociale.

«Già dai primi giorni di ripristino si può notare che nella piazzetta è tornato l’ordine», dichiara il soprintendente del Pio Monte Alessandro Pasca. L’accesso velato’ era la prima, vera entrata alla cattedrale. Quando «via Duomo era una piccola strada e i fedeli sciamavano per lo più dai vicoli di Forcella», racconta Pasca. Poi il cambio delle geometrie urbane, con lo spostamento dell’ingresso principale, e l’abbandono avevano sottratto alla città la splendida scalinata in piperno e la possibilità di affacciarsi sulla piazzetta, davanti l’obelisco di San Gennaro che svetta affianco alla cappella dedicata al patrono. Pasca: «Luogo caro alla città per motivi legati al culto del santo e di gran fascino per studiosi e turisti. Oggi i napoletani se ne riappropriano».

Pietro Capasso

Pietro Capasso ,nato a Napoli nel 1985, si è
laureato in lingue e culture dell'Asia e dell' Africa presso l' Orientale di Napoli,
Esecutore di musica classica e pittore amatoriale.
Ha pubblicato alcune poesie raccolte nel quaderno di scrittura creativa presso l' ex OPG di Napoli