lunedì 18 dicembre 2017
Ultime notizie

Napoli-Juventus: notte da sogno, in 60mila al San Paolo

Lorenzo Insigne

Tutto esaurito per il big match di domani sera allo stadio San Paolo di Napoli, per la sfida scudetto tra la squadra allenata da Maurizio Sarri e la Juventus di Max Allegri, valevole per la 15ª giornata di Serie A. Del resto quando i Partenopei affrontano “La vecchia signora”, la città si paralizza e nessuno vuole mancare a quello che è considerato uno degli appuntamenti più importanti dell’anno.

Infatti, quasi sicuramente verrà superato il record stagionale d’incassi che al momento è quello della sfida in Champions League contro il Manchester City di Pep Guardiola con 2.375.133 e quella volta erano solo in 45mila, invece contro i bianconeri, la società potrebbe raggiungere quota 5 milioni di euro. Inoltre, è previsto anche record di presenti allo stadio che per ora appartiene al match con il Sassuolo (53.609), ma per la sfida contro la Juventus sono previste quasi 60mila presenza che coloreranno d’azzurro tutto lo stadio di Fuorigrotta, ad eccezione del settore ospiti che sarà l’unico angolo dello stadio vuoto, in quanto la trasferta è stata vietata ai tifosi juventini.

Questo il divieto confermato per i tifosi ospiti:Napoli-Juventus sarà esclusivamente per Napoli e per i napoletani, per chi, pur avendo residenza oltre i confini della Campania, sia in possesso della tessera del tifoso per il club azzurro; per gli altri, per chiunque non sia in possesso di questi requisiti, resta semplicemente la possibilità di godersi lo spettacolo in tv.

L’ambiente è sicuramente quello dei più calorosi per questa grande sfida scudetto e i calciatori azzurri provano a caricare la squadra in vista di domani sera. Il centrocampista polacco Piotr Zielinski ha affermato che quella contro i bianconeri è una sfida che non si può sbagliare, per non perdere l’occasione di portarsi a +7 dagli uomini di Massimiliano Allegri. Queste le parole del centrocampista classe ’94: “Quella contro la Juve sarà una partita bella e divertente e speriamo di vincerla. Sarà una sfida speciale però noi stiamo vivendo questa attesa come le altre volte: vogliamo dare tutto e vincere per avvicinarci ai nostri sogni e ai nostri obiettivi”.

Mario Ruggiero

Mi chiamo Mario Ruggiero, ho 23 anni, sono dottore in Scienze della Comunicazione. Amo far sentire la mia voce scrivendo, proprio per questo motivo ho deciso di farmi sentire tramite Linkazzato.it, in quanto giornale online molto innovativo che non ha alcuna sudditanza psicologica verso i poteri forti.