martedì 20 novembre 2018
Ultime notizie

Intervista a Sabrina Pennacchio, autrice di “At World’s end: Wanted Pirates”

 Sabrina Pennacchio, autrice esordiente campana, ci presenta il suo mondo e il suo primo romanzo, “At World’s end: Wanted Pirates”. A 14 anni si iscrive alla scuola di Arte e Moda, ma dovrà abbandonare gli studi per via di un problema di salute che occuperà ben sette anni della sua vita. Quando inizia a recuperare gli anni perduti, studia da autodidatta,e raggiunge l’importante obiettivo di scrivere e pubblicare il suo primo romanzo.

– Il  romanzo “At World’s end: Wanted Pirates” è il tuo primo manoscritto che vede la luce con una pubblicazione risalente a solo un mese fa, quali sono le emozioni e le aspettative che riponevi con essa?

Non mi aspettavo il successo avuto,  a un mese dall’uscita siamo già finiti in ristampa e saliti al secondo posto tra i libri più venduti della mia casa editrice. Quando ho deciso di pubblicare Wanted, preferendolo ad altri miei romanzi già completi, speravo in un successo che già Wattpad mi aveva preannunciato, ma sì, la realtà ha superato piacevolmente le aspettative. Grazie a tutti voi, ovviamente.

–  C’è un momento esatto in cui hai deciso di intraprendere quest’avventura, quella della scrittura? Cosa o chi ha ispirato il tuo romanzo d’esordio?

A tredici anni ho scoperto il mondo delle Fanfiction e non mi sono più fermata. Molti pensano che “Wanted” sia ispirato a Pirati dei Caraibi ma assicuro che non è affatto così! Calico Jack non c’entra nulla con Sparrow così come il titolo (consigliatomi dai primi fan su Wattpad). Un giorno stavo vedendo Sandokan, ho pensato che non ho mai scritto nulla sui pirati, sono andata su Google, ho fatto una ricerca e Calico Jack ha vinto fra tutti.

–  E nell’avventura di un tempo passato ci immerge il tuo romanzo, con la figura di un temibile pirata: chi è Calico Jack?

Calico Jack è un personaggio enigmatico. Si dice che sia morto anni prima in Giamaica ma dopo una decina d’anni,  torna a minacciare i mari. Ci si chiede chi sia, se sia tornato dal mondo dei morti o se sia un impostore, fatto sta che un giorno rapisce la figlia del generale della Marina Britannica per richiedere non un riscatto, ma che la taglia sulla sua testa, ciò che più rende orgoglioso un pirata, venga eliminata. Perché? Cosa lo spinge a desiderare un qualcosa di simile? Non posso dirvi di più.

– La tua opera è ambientata in un’ epoca con tempistiche alterate. Cosa vuol dire?

Mi piaceva il 1837 e la storia della Regina Vittoria quindi ho inserito i pirati (che solitamente erano nel loro bum nel 1700) e alcuni luoghi della Giamaica, in quell’epoca e nei pressi di Londra e a fine romanzo ci sono le note che spiegano cosa è vero e cosa no, giusto per soddisfare i più curiosi e per dare ai più sapienti sulla pirateria, la loro risposta ad un possibile: ma questa che si è fumata per sbagliare l’epoca? sono così, io faccio cose strane, spero le apprezziate.

-In quanto scrittrice esordiente hai avuto difficoltà a trovare una casa editrice che pubblicasse il tuo romanzo? Chi ha reso possibile ciò?

Quando sei un esordiente trovi maggiormente persone che vogliono scroccarti soldi con la scusa che credono in te, quando non leggono nemmeno il tuo romanzo. Dopo 101 case editrici, per niente demoralizzata decisi di autopubblicarmi, vado a registrare il romanzo alla SIAE e bum! La WritersEditor mi contatta con un contratto che non mi aspettavo! Insomma, attendere e insistere è valsa la pena.
Quindi ci tengo a sottolineare questa cosa: se una casa editrice vi chiede soldi per pubblicarvi, educatamente dite loro di non disturbare più.

– Chi ha creato la copertina?

Elena Altamura ha creato la splendida copertina di Wanted. Sulla mia Pagina Facebook aprii un concorso e lei vinse. La trovate su Facebook come Shery’ s Drawings.

– Infine quali sono i tuoi progetti per il futuro imminente ?

Pubblicare l’opera che ho messo da parte per dare il primo lancio a Wanted, è una saga che ho iniziato a 14 anni. La sto revisionando e se all’editore piacerà, mi auguro esca entro il 2019 (se non prima, magari). Non posso dire di più, ma se vi piace il soprannaturale, pregate con me che l’editore mi dia l’ok.

– Dov’è possibile acquistare il romanzo?

In libreria col codice ISBN: 9788894284690
E nello store della WritersEditor: se lo comprate qui, a casa vi arriva un segnalibro disegnato da me, coi protagonisti della storia e la mia firma.
Sulla mia pagina Facebook e su YouTube trovate il BookTrailer del libro.

– Sui social dov’è possibile trovarti?
•Facebook (a mio nome sia la pagina ufficiale che il profilo personale)
•Instagram: pennacchio.sabrina

•Twitter: @WriterSabrina

Paola Esposito

Paola Esposito, laureanda in giurisprudenza, una grande passione per il cinema che coltiva fin da quando è adolescente, perchè al cinema la vita scorre come rappresentazione dei vizi e delle virtù degli individui, attraverso cui questi ultimi possono emozionarsi, capire, rivedersi nelle situazioni comuni e meno comuni.