domenica 18 novembre 2018
Ultime notizie

Roma-Napoli: un match da Champions “accende” l’Olimpico. Reina:«Siamo carichi»

L’antipasto della 27° giornata di Serie A è di quelli affascinanti. Alle ore 15, allo Stadio Olimpico, Roma e Napoli si sfideranno in un match decisivo per stabilire le gerarchie, nella parte alta, della classifica.

Se da una parte i giallorossi, reduci dalla pesante sconfitta contro la Lazio, in Coppa Italia, desiderano fortemente il successo, per stare incollati alla Juventus ed alimentare le “flebili” chances scudetto, dall’altro versante anche gli azzurri non possono più sbagliare. La battuta d’arresto casalinga contro l’Atalanta dei sogni, di Giampiero Gasperini, e le infinite polemiche dello Juventus Stadium hanno lasciato tanti malumori negli uomini di Sarri che sono chiamati al riscatto per preparare al meglio la sfida, di martedì, contro il Real Madrid.

A tal proposito, è il capitano Pepe Reina a suonare la carica. Il portiere spagnolo ha dichiarato:” Non possiamo più sbagliare. Ora possiamo solo rialzarci e ritornare a fare bene. Abbiamo l’obbligo di lottare dal primo all’ultimo istante. Alla fine faremo i conti”.

Per quanto concerne le formazioni, non ci sono clamorose esclusioni nella Roma, mentre nel Napoli dovrebbe partire Arek Milik, sin dal primo minuto. Maurizio Sarri intende dar fiducia all’attaccante polacco per farlo aggregare nuovamente, al meglio, negli schemi azzurri. Di seguito riportiamo le probabili formazioni:

Roma (3-4-1-2): SZCZESNY, MANOLAS, FAZIO, RUDIGER, BRUNO PERES, STROOTMAN, NAINGGOLAN, DE ROSSI, EMERSON, SALAH, DZEKO. A disposizione: Alisson, Lobont, Juan Jesus, Mario Rui, Vermaelen, Grenier, Paredes, Gerson, Totti, Perotti, El Shaarawy

Napoli(4-3-3): REINA, GHOULAM, ALBIOL, KOULIBALY, HYSAJ, ZIELINSKI, DIAWARA, HAMSIK, CALLEJON, MILIK, INSIGNE. A disposizione: Sepe, Rafael, Strinic, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Jorginho, Allan, Giaccherini, Rog, Pavoletti, Mertens

Christian Corda

Dottore in Scienze della Comunicazione, amo affrontare tematiche d'interesse sociale e prestarmi al servizio della collettività.Ho deciso di far sentire la "mia" voce in Linkazzato.it perché è un giornale innovativo e realista che non mostra "sudditanza psicologica"verso poteri provenienti dall'alto.