martedì 18 dicembre 2018
Ultime notizie

La Sidigas cade a Reggio Emilia, ma non è ancora finita. Il sogno continua

La buona prestazione della Sidigas Avellino non basta: la gara 5 delle semifinali scudetto, disputata al PalaBigi di Reggio Emilia, finisce 82 a 72 per i padroni di casa. Alla fine del primo tempo, la partita era in equilibrio: le due squadre sono andate al riposo, con il parziale di 39 a 38.  La svolta al match, in favore degli emiliani, si è registrata al terzo quarto: un “black out” improvviso della Sidigas, spiana la strada al +7 reggiano. Tuttavia a tenere in partita gli irpini sono ancora una volta, Nunnelly e Ragland che con le loro triple, riescono, perlomeno, a limitare i danni.  L’inizio dell’ultimo quarto si rivela una mera illusione: Avellino ricuce lo strappo e si porta addirittura a -3 dalla GrissinBon, ma nel momento decisivo viene meno, nonostante i 23 punti complessivi di Ragland ed i 20 di Nunnally. Qualche ingenuità di troppo, basti pensare alla palla persa da Green, ed una scarsa lucidità rendono vane le speranze di rimonta.

Ma non è tempo di abbattersi: sabato 28 maggio, alle ore 20 e 30, al PalaDelMauro, andrà in scena la gara 6 delle semifinali. Una gara da dentro o fuori, da vincere a tutti costi, per sperare ancora nell’impresa. A Reggio sono convinti che al PalaBigi, Avellino non vincerà mai, ma si sbagliano. Del resto, dicevano così anche per la Dinamo Sassari, l’anno scorso. Credici Avellino!

Christian Corda

Dottore in Scienze della Comunicazione, amo affrontare tematiche d'interesse sociale e prestarmi al servizio della collettività.Ho deciso di far sentire la "mia" voce in Linkazzato.it perché è un giornale innovativo e realista che non mostra "sudditanza psicologica"verso poteri provenienti dall'alto.