mercoledì 2 Dicembre 2020
Ultime notizie

Le Interviste di Nick – Gigantomachia

Le Interviste di Nick - Logo

Inizia Agosto con un nuovo appuntamento con le “Interviste di Nick“ anche per questo mese.Dopo i This Void Inside, chiudiamo questa parentesi metal insieme all’ultima delle formazioni di questo stampo: i Gigantomachia.

Fondati nel 2015, devono la loro nascita ad un’idea di Lorenzo Barabba Suminier (Basso), far avverare un suo vecchio sogno: una Death Metal Band incentrata su antiche leggende. Con l’aiuto di Alessandro Caponera (Chitarra Solista) iniziano a comporre i primi pezzi. Poco dopo con l’aiuto di Nicola Frate (Batteria) e Davide Angelo Pietrantoni (Chitarra Ritmica) la parte strumentale è completa. Dopo varie ricerche riescono a trovare in Erwin, la voce che perfeziona in modo completo la band. Purtroppo Erwin decide di abbandonare il progetto, permettendo a davide di sperimentare la voce e diventare così il nuovo cantante dei Gigantomachia, passando la seconda chitarra prima a Stefano Severa e poi a John Verrelli. Con la formazione definitiva, dopo tanti sforzi e live, esce nel 2018 il loro primo album “Atlas“, incentrato sui mitici giganti ed edito Agoge Records.

Scopri link e contatti utili alla fine dell’intervista

Gigantomachia
Gigantomachia

1) Iniziamo parlando del vostro background artistico: com’è iniziato il vostro percorso nel mondo della musica e siete diventati la band che siete oggi?

Gigantomachia: La band è nata da un’idea del Bassista (Barabba), il quale sognava di creare un concept che girasse attorno alle antiche leggende dalla sua città natale, Alatri, chiamata anche città dei ciclopi.

2) Come avete scelto il nome Gigantomachia?

Gigantomachia: La Gigantomachia era la seconda parte della Titanomachia, la quale vedeva scontrarsi i giganti contro gli dei e i Ciclopi. Alatri, la nostra città natale, è stata costruita dagli antichi Saturnini le cui leggende narrano che a spostare i massi siano stati i Ciclopi ,infatti sono mura megalitiche, immense, dette appunto mura ciclopiche. Per questo abbiamo scelto questo nome.

3) Ci sono artisti che vi hanno particolarmente influenzato o ispirato?

Gigantomachia: Ognuno dei componenti è stato ispitato da diverse band. Passiamo dai Gojira ai Meshuggah, dalle melodie scure dei Septicflesh a Breackdown molto core.

4) Come definireste voi e la vostra musica?

Gigantomachia: Il nostro stile varia: è un Melodic Death Metal con influenza sia Epic che Doom, ma principalmente Death. Non amiamo definirci ma parecchi dicono che siamo una band Epic/Death Metal.

5) Quanto è importante avere una forte identità musicale?

Gigantomachia: Moltissimo, serve per distinguersi dalla massa e dalla moda. Siamo ancora acerbi sotto quel punto di vista, ma stiamo lavorando sodo.

6) Parliamo di Atlas, il vostro ultimo album. Cosa potete dirci su questo disco?

Gigantomachia: Atlas è il nostro debut album che ha visto la luce poco piu’ di un’anno fa. Ancora riceviamo riscontri positivi ,nonostante sia il nostro primo vero disco. Naturalmente non vediamo l’ora di comporre qualcosa di ancora più innovativo. I brani che compongono il concept sono tutte rivisitazioni in versione mitologica della reale costruzione, vita ed evoluzione dell’antica acropoli. Così, come Atlante reggeva il cielo, Alatri era il mondo che stava sotto di lui, che pronta a difendere gli antichi guerrieri, reggeva la civiltà da cui era popolata.

Gigantomachia - Atlas

7) Quale pensate che sia il vostro brano più rappresentativo?

Gigantomachia: Indubbiamente Scylla e Cariddi. Li, abbiamo inserito parti in pulito, chitarre più profonde e suoni oscuri, ed è anche il preferito di moltissimi fan.

8) Cosa provate quando fate musica?

Gigantomachia: E’ un’emozione indescrivibile! Ci fa sentire vivi, sia mentre componiamo che quando saliamo sul palco. Ogni volta è come la prima volta, adrenalina al massimo.

9) C’è qualche artista con il quale vi piacerebbe o vorreste avere l’onore di collaborare?

Gigantomachia: Ci piacerebbe condividere il palco con qualche mostro sacro ma anche con band assurde con i Fleshgod o i Septicflesh.

10) Quali sono i vostri progetti futuri? E che vette vorreste raggiungere?

Gigantomachia: Per ora stiamo componendo nuovo materiale. A breve uscirà un video ufficiale e in più stiamo programmando diversi live, sia in Italia che all’estero, grazie alla nostra etichetta e la booking con cui collaboriamo. Speriamo che la nostra musica arrivi a più orecchie possibili.

Contatti e Link utili

Per concludere, un brano tratto dal loro album Atlas: “Liberate The Titans“. Clicca qui per il video ufficiale!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: