sabato 4 Aprile 2020
Ultime notizie

Le Interviste di Nick – Fabio Garante

Le Interviste di Nick - Logo

Eccoci giunti all’ultimo appuntamento di Marzo con le “Interviste di Nick ” e la sua rubrica di artisti emergenti. La precedente settimana abbiamo incontrato il rapper siciliano RIUS e ci siamo confrontati parlando dei suoi progetti in corso. Oggi invece, andiamo a conoscere un grande chitarrista, nonchè compositore e didatta della musica: il suo nome è Fabio Garante.

Di classe 87, si presenta come un chitarrista turnista/insegnante e tutor didattico di Massimo Varini. Laureatosi al Conservatorio Venezze di Rovigo, ha studiato chitarra maestri quali Emanuele Zullo, Massimo Varini, Alex Stornello e Riccardo Chiarion. Ricco di una formazione completa e con un lunga esperienza alle spalle di tour, concerti e collaborazioni con band ed artisti, in Italia e all’estero, vede la sua prima pubblicazione discografica nel 2017 con il disco da solista “About me“, dove alterna cover di celebri chitarristi come Steve Vai, Joe Satriani e Jeff Beck a brani originali. Risale invece al 2020 fa l’uscita del suo nuovo progetto discografico dal titolo “Freedom” e contenente 11 tracce dai generi più variegati.

Scopri link e contatti utili alla fine dell’intervista

Fabio Garante

1) Per iniziare, vorrei saperne di più sulle tue origini: com’è iniziato il tuo percorso nel mondo della musica?

Fabio Garante: Ciao, intanto grazie mille per l’intervista ed un saluto a tutti quelli che la leggeranno. Il mio percorso è iniziato prima da ascoltatore, quando avevo circa 12 anni e ho scoperto varie band, ma quella che più mi colpì erano i Queen e ovviamente Brian May poi andando avanti negli anni ho sempre ascoltato musica, diciamo che la folgorazione l’ho avuta con i Guns and Roses e quindi Slash che rimane ancora oggi il mio chitarrista preferito.
Il percorso vero e proprio è cominciato quando ho iniziato il conservatorio, dove mi sono poi laureato e li ho capito che cosa volevo nella vita… poi ho fatto tante altre cose, come diventare tutor didattico dei manuali di Massimo Varini, insegnante abilitato MMI (Modern Music Institute).
Ho anche avuto ed ho la “fortuna” di suonare con musicisti come Bobby Solo, Gianni Drudi e molti altri.

2) Ci sono artisti che ti hanno influenzato o ispirato?

Fabio Garante: Beh come dicevo prima quelli che mi hanno ispirato di piu sono Slash e Brian May, ma in realtà sono molto aperto musicalmente e traggo ispirazione da qualsiasi genere o artista, l’importante è che sia musica fatta bene, posso citare mille nomi, ne cito alcuni tra quelli piu famosi, Satriani, Steve Vai, Jeff Beck, Clapton, Gambale, Paul Gilbert, Jimmy Page; potrei andare avanti per ore.

3) Come ti definiresti in quanto artista e come descriveresti la tua musica?

Fabio Garante: Mi definirei poliedrico, facendolo di lavoro sono abituato a suonare un po’ tutti i generi dal Jazz al Heavy metal, ma ne sono ben felice, questo mi da sempre molti stimoli e mi permette di spaziare in tutti i generi; amo la musica in assoluto, purché fatta bene e la mia musica è un mix di tutte le mie esperienze e di quello che studio, infatti se ascolti cose mie si sentono molte influenze, un po’ su tutti i fronti, anche se poi alla fine viene sempre fuori una vena Slashiana.

4) Quanto è importante avere una forte identità musicale?

Fabio Garante: É molto importante; essere riconoscibili anche solo con 2 note è una gran cosa.

5) Cosa puoi dirci del tuo nuovo disco “Freedom”?

Fabio Garante: Freedom è il mio secondo disco strumentale solita, è un disco di 11 tracce, tutte diverse tra loro e comprende davvero tanti generi, anche all’interno di un brano puoi trovare vari stili. Lo definisco un disco più prog rispetto al primo, questi continui cambi anche all’interno di un brano non danno tempo all’ascoltatore di annoiarsi, ci sono pezzi più romantici, brani punk, rock, hard rock, funky e blues. C’è anche un brano interamente acustico suonato con la 12 corde, insomma è un disco adatto a tutti.

Fabio Garante - Freedom

6) Pensi che la tua musica sia cambiata nel corso del tempo, dal primo disco “About Me” a quello nuovo?

Fabio Garante: Sicuramente, sono dischi diversi anche perché io sono in continua evoluzione, studiando sempre, suonando, attraverso i tour e le lezioni mi evolvo cercando di migliorare sempre e questo è un grande stimolo.

7) Qual è il tuo brano che consideri più rappresentativo?

Fabio Garante: Il brano più rappresentativo è appunto “Freedom”, perchè lo considero quasi un continuo di “Me and you”, contenuto nel mio primo disco “About me”, ed è anche il singolo del disco, ma mi rappresentano tutti i brani ovviamente. “Breath” è un altro brano che mi piace molto anche perchè si sente il mio respiro, è per questo che l’ho chiamato cosi, è un brano molto intimo.

8) Cosa provi quando fai musica?

Fabio Garante: Per me fare musica è tutto, è l’unica cosa che voglio fare e che faccio tutto il giorno tutti i giorni, è una disciplina che richiede grande sacrificio ma tutto ripagato alla grande. Fare musica è una mia necessità e mi permette di esprimermi; direi che è quasi una dipendenza ma che non fa male.

9) Ci sono artisti con cui ti piacerebbe o vorresti avere l’onore di collaborare?

Fabio Garante: Beh, ho avuto l’onore di suonare con grandi artisti, ma ne cito comunque 2 forse inarrivabili, Slash e Brian May, perchè sognare non costa niente.

10) Quali sono i tuoi progetti futuri? E che vette vorresti raggiungere?

Fabio Garante: Per il futuro continuerò a fare musica, cercando di migliorarmi sempre di più, poi ovviamente concerti/tour, lezioni, registrazioni in studio e nuovi dischi. Più che delle vette, vorrei continuare a fare quello che faccio e a farlo sempre meglio.

Contatti e Link utili

E terminiamo proprio col brano omonimo dell’album: Freedom“. Clicca qui per ascoltarlo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: