domenica 18 novembre 2018
Ultime notizie

AIDS sempre di più i ragazzi che sfidano il virus

Partiamo da una frase celebre: “La vera storia è che non facevo del sesso sicuro. E’ solo questo. E’ semplice”.
Magic Johnson, personaggio famoso e giocatore di pallacanestro negli USA, quando dichiarò di aver contratto  il virus del’HIV e decise di urlarlo al mondo intero per far capire quanto era fondamentale e importante la prevenzione e l’utilizzo delle precauzioni.

Fare sesso senza protezioni è una delle maggiori cause di contagio e diffusione virus dell’HIV. Da anni ormai sentiamo sempre parlare di questa orrenda  malattia che si nasconde e che nella sua fase iniziale può non manifestare sintomi e mostrarsi all’uomo quando ormai è già troppo tardi.  Una volta che la patologia si presenta la speranza di sopravvivenza va da pochi mesi a tre anni di vita.

giornata-mondiale-aids-2015-650x365

Campagne di sensibilizzazione vengono portate avanti ormai da tantissimi anni e parlare di “ignoranza” o poca informazione trasmessa ai giovani sembra ormai davvero incredibile. Chiunque può informarsi e già a scuola vengono fatti corsi e aggiornamenti per spiegare ai ragazzi  quanto un preservativo puo salvare  una vita. Quindi, appare molto più corretto parlare di incoscienza, pura e maledetta incoscienza.

aids

I giovani, ma non solo, spesso anche la fascia media tra i 30 e i 40,  sfidano il virus, si godono la bella vita in nome del piacere estremo, senza inibizioni perché, si sentono liberi ad avere rapporti senza preservativo. Da numerose testimonianze, molti  ragazzi e ragazze ammettono di conoscere il rischio molto alto di contrarre l’HIV e l’AIDS, attraverso rapporti non protetti ma preferiscono non pensarci e vivere il momento dell’amore liberi, perchè “si vive una volta sola”. Spetta quindi ai genitori dare il buon esempio per far capire ai propri figli quanto sia assurdo rischiare la propria pelle per un solo momento vissuto. Spetta alla società insistere e aumentare il livello di informazione sulla prevenzione soprattutto in ambienti meno informati.

La vita è bellissima e  se è vero che si vive una sola volta, è ancor più tragicamente vero che la morte è sempre pronta a giocare d’ anticipo  quando si tratta di contrarre malattie incurabili e così pericolose. Ogni anno la giornata nazionale contro l’Aids e per la lotta dell’HIV ricorda al mondo l’importanza della prevenzione  e organizza numerose iniziative ed eventi nel mondo intero per non dimenticare un rischio così letale per tutta la popolazione.

Carmela Bifolco

Carmela Bifolco, laureata inScienze della Comunicazione e diplomata in Web Design. Libera professionista opera come Web Content Editor freelance e consulente grafica e pubblicitaria dal 2001. Autrice di Web Design 2.0, scrive e collabora con numerose realtà lavorative e redazioni online. Blogger per professione, ma soprattutto per passione, gestisce vari blog e siti personali, informativi e ricreativi, integrandoli perfettamente con i nuovi Social Network con l’obiettivo di aumentare la propria comunità virtuale. L’entusiasmo e la voglia di fare, le permettono di entrare in contatto con esperienze stimolanti e variegate che le fanno abbracciare realtà sempre più disparate e le permettono di proporre sempre nuove idee e soluzioni utili ai suoi utenti.