lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Basket: termina il sogno della Sidigas Avellino. Sassari strappa il “pass” per le semifinali di Coppa Italia

La Dinamo Sassari batte una strepitosa Sidigas Avellino ed approda alle semifinali di Coppa Italia di basket. Una gara avvincente, all’ ultimo punto ha deliziato la platea del PalaFiera di Rimini, gremito in ogni ordine di posto.

Pronti via ed è la Sidigas Avellino a prendere, in mano, le redini del  match: il parziale di 9 a 0 è scioccante per i sardi che si scuotono solo con una tripla di Lacey. Al termine del primo quarto, la compagine campana è avanti di ben nove punti su Sassari.

Nel secondo quarto, gli uomini di Pasquini passano dall’inferno al paradiso: sotto di ben 12 punti, a 6 minuti dalla fine del quarto, ribaltano la sfida, in due minuti di follia, della Sidigas e chiudono la prima frazione, addirittura, avanti di un punto per 39 a 38.

Il terzo quarto si rivela avvincente: la Dinamo approfitta del momentaneo “black out” avellinese, toccando il vantaggio massimo di 7 punti, ma due triple di Ragland   tengono in vita la Sidigas che arriva all’ultimo quarto, quello decisivo, in parità con la Dinamo Sassari.

Nell’ ultimo quarto accade l’imponderabile: una magia di Rok Stipcevic manda avanti la Dinamo, di appena un punto, 69 a 68, a 50 secondi dal termine. La Dinamo cerca di far scorrere il cronometro e non riesce a siglare il canestro della sicurezza. Così si arriva all’ultimo possesso per la Sidigas Avellino, a 3 secondi ed 8 decimi dalla fine. I campani non tirano ed escono dalla coppa Italia, tra il dispiacere di tantissimi avellinesi presenti a Rimini.

Per la Dinamo Sassari il “man of the match” è stato sicuramente Trevor Lacey, autore di 14 punti con 5/6 da due, 7 rimbalzi, 2 palle recuperate e 3 assist. Decisivi anche Rok Stipcevic con 15 punti e 3 assist e Lawal con 10 punti, 5 rimbalzi e 3 falli subiti.

Per la Sidigas Avellino si segnalano Ragland e Thomas con 16 punti e Randolph con 14 punti.

Christian Corda

Dottore in Scienze della Comunicazione, amo affrontare tematiche d'interesse sociale e prestarmi al servizio della collettività.Ho deciso di far sentire la "mia" voce in Linkazzato.it perché è un giornale innovativo e realista che non mostra "sudditanza psicologica"verso poteri provenienti dall'alto.