giovedì 29 Luglio 2021
Ultime notizie

Serie A: volano Juventus e Roma, si fermano Napoli e Milan

Campionato-di-calcio-680x365Questo weekend è andata in scena la terza giornata del campionato di Serie A.
Sabato 20 settembre gli anticipi hanno visto scendere in campo:
Cesena – Empoli: 2 – 2 (29’ Marilungo, 33’ Defrel, 55’ rig.Tavano, 72’ Rugani). Doppio vantaggio per i padroni di casa nel primo tempo. Al 29’ tap – in di Marilungo che, dopo aver colpito la traversa, insacca la rete ed al 33’ raddoppio di Defrel che supera, facilmente, Sepe. Cambio di ritmo nella ripresa con l’Empoli più motivato. Al 55’ Verdi viene messo giù, in area di rigore, da Lucchini ed il penality viene realizzato da Tavano che accorcia, così, le distanze. Al 72’Rugani pareggia i conti dopo un calcio d’angolo.

Milan – Juventus: 0 – 1 (71’ Tevez). Una rivincita, anche se lui non la definisce tale, quella che si è preso Massimiliano Allegri nei confronti della sua ex squadra uscendo vittorioso con la Juventus da San Siro. Partita molto combattuta, ma i bianconeri hanno la meglio al 70’ con uno strepitoso gol di Tevez che, a tu per tu con Abbiati, lo fredda da due metri. La Juventus vola a quota 9 punti, mentre i rossoneri restano fermi a 6.

Domenica 21 settembre è stata la volta di:

Chievo Verona – Parma: 2 – 3 (4’ Izco, 65’ Cassano, 76’ Coda, 77’ Cassano, 82’ Paloschi). Il Parma conquista, a Verona, in rimonta la prima vittoria in campionato. Chievo subito in vantaggio al 4’ con Izco che, da solo davanti la porta, sigla il momentaneo vantaggio. Al 32’ Lucarelli segna il pareggio, ma il gol viene annullato poiché il capitano è colpevole di aver messo in porta il pallone con il braccio. Nel secondo tempo, con l’ingresso in campo di Coda, i ducali cambiano completamente la partita. Al 65’ Coda innesca Cassano che, superato Dainelli, trova il pareggio. Al 76’ lo stesso Coda supera Bardi che non può arrivare sul forte tiro. Dopo appena un minuto, al 77’, tris del Parma con una doppietta di Antonio Cassano. All’82’ i padroni di casa riaprono la gara con un gol di Paloschi che infila Mirante a due passi dalla rete, ma nulla da fare. Il Parma vince e conquista tre punti importanti.

Genoa – Lazio: 1 – 0 (87’ Pinilla). Primo tempo di dominio assoluto biancoceleste, ma alla fine i padroni di casa hanno la meglio con un gol di Pinilla all’87’che non dà la possibilità a Berisha di provare la parata.

Roma – Cagliari: 2 – 0 (11’ Destro, 13’ Florenzi). Seconda sconfitta consecutiva per il Cagliari di Zeman, mentre i giallorossi continuano a restare in testa alla classifica con 9 punti. All’11’ Florenzi trova Destro che, di piatto, insacca e porta la Roma in vantaggio. Il raddoppio arriva al 13’ proprio con lo stesso Florenzi che, di destro, batte Cragno.

Sassuolo – Sampdoria : 0 – 0. Una sfida priva di emozioni e di azioni importanti. Risultato giusto poiché nessuna delle due formazioni ha prevalso sull’altra. Sassuolo pericoloso al 45’ con Taider, ma il pallone finisce al di sopra della traversa. Al 61’ Brighi si divora il vantaggio e da posizione favorevole calcia a lato.

Atalanta – Fiorentina: 0 – 1 (58’ Kurtic). I viola tornano a vincere in campionato grazie ad una rete di Kurtic che al 58’, entrato da appena un minuto, con un sinistro potente ed angolato regala i tre punti alla sua squadra.

Udinese – Napoli: 1 – 0 (71’ Danilo). Seconda sconfitta consecutiva per i campani che protestano contro Tagliavento per un fallo su Callejon non fischiato proprio allo scadere. Una sola occasione per i friulani, quella arrivata al 71’ con Danilo che, su punizione dell’attaccante Di Natale, trova la rete da posizione defilata e porta in vantaggio la sua squadra.

Palermo – Inter: 1 – 1 (3’ Vazquez, 42’ Kovacic). Nerazzurri fermati da un Palermo che, fin dai primi minuti, ci crede e fa il possibile per portare a casa un risultato positivo. Siciliani subito in vantaggio al 3’ con Vazquez: clamoroso errore di Vidic che, invece di rinviare, cerca un retropassaggio per Handanovic, ma Vazquez capisce il gioco e beffa l’estremo difensore. L’Inter pareggia al 42’ con Kovacic che insacca dal limite. I lombardi raggiungono la Sampdoria a quota 5 punti in classifica, mentre i rosanero si portano a 2 punti.

Torino – Hellas Verona: 0 – 1 (66’ Ionita). Niente da fare per il Torino che viene bloccato, in casa, dall’Hellas Verona. La rete di Ionita, entrato pochi minuti prima, porta i veneti al secondo posto in classifica con 7 punti superando, così, il Milan e l’Udinese.

La classifica:
Roma 9
Juventus 9
Hellas Verona 7
Milan 6
Udinese 6
Sampdoria 5
Inter 5
Atalanta 4
Genoa 4
Cesena 4
Fiorentina 4
Lazio 3
Napoli 3
Parma 3
Chievo Verona 3
Sassuolo 2
Palermo 2
Torino 1
Cagliari 1
Empoli 1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: