giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

La Giornata dell’Ambiente fa tappa a Torre del Greco e premia i cittadini più virtuosi

vegan-ambiente-fSabato 6 giugno 2015, il comune di Torre del Greco, in collaborazione con l’Anea(Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) promuove la Giornata dell’Ambiente con numerose iniziative ed eventi dedicati alla salvaguardia e alla valorizzazione del prezioso ecosistema . A partire dalle ore 9.00 fino alle 13.30, Piazza Santa Croce ospiterà un’esposizione “On the Road” di stand e infopoint relativi alla Sostenibilità Ambientale. In programma numerose Iniziative Speciali che “premiano” i cittadini più virtuosi e sensibili al consumo responsabile. I partecipanti alla manifestazione saranno protagonisti di un sondaggio sulla conoscenza e l’utilizzo di buone pratiche ambientali e tra questi, a fine giornata, verrà estratto a sorte il fortunato che si aggiudicherà una bicicletta in premio. Ma non è finita qui perché sempre nella giornata di sabato per i cittadini sarà possibile conferire taniche di oli esausti da cucina, abiti dismessi, piccoli raee (rifiuti elettronici), toner, pile, batterie e lampadine esauste, in cambio di un simpatico gadget in omaggio. Ancora, particolare attenzione sarà riservata al comparto alimentare biologico con degustazioni di prodotti tipici e genuini del territorio. In programma anche istruttive dimostrazioni di compostaggio domestico e test drive con biciclette classiche e a pedalata assistita, dal basso impatto ambientale. Tra i settori coinvolti, anche quelli relativi all’ Edilizia Sostenibile ed Efficienza Energetica. Il tutto per sottolineare l’importanza che le buone pratiche ambientali ricoprono per il nostro habitat naturale.

“Giornata dell’Ambiente”, sabato 6 giugno 2015, Piazza Santa Croce (dalle 9.00 alle 13.30)
Per maggiori informazioni, visitare il sito Anea

Arianna Esposito

Direttore responsabile Linkazzato at Linkazzato
Giornalista pubblicista dal 2012, una laurea in sociologia e una sconfinata passione per l’universo delle parole, bilanciata da una certa avversità per quello dei numeri. A chi mi chiede dove ho lasciato il filo, rispondo che il filo, quello del discorso, raramente lo perdo.