martedì 18 dicembre 2018
Ultime notizie

Ischia, la pizza fritta sotto una campana di vetro

Ischia, ha aperto nuova pizzeria: è il caso del nuovo locale Rossopomodoro. Novità gustose che non fanno che accrescere l’offerta, già ricca, dell’estate amalfitana. Siamo in Corso Vittorio Colonna, ex Garden Center (Ischia Porto): qui sorge il nuovo universo del fritto di farina. L’idea è venuta al presidente di Rosso Pomodoro, Franco Manna, che ha voluto lanciare il nuovo piatto in una località in cui la pizza fa da padrona alle tavole di turisti e villeggianti, ricalcando le orme dei fratelli Zombino che nel Vomero.

Ischia, Rossopomodoro porta un menu rinnovato: dalla Semplice con ricotta con latte e panna, salame napoletano, provola affumicata, alla Classica con pomodoro San Marzano, provola affumicata, basilico, non mancherà la Monachina con pomodoro, provola affumicata, pecorino bagnolese, basilico (tutte a 5,50 €) e la Paesana con ricotta con latte e panna, provola affumicata, pomodoro San Marzano, cicoli di maiale (a 6,50 €).
Altra novità la flessibilità dell’orario estivo: Rossopomodoro punta alla conquista della movida e delle fasce giovanili, infatti la pizzeria terrà orari allungati, dalle 18,00 all’una. La gestione conta anche del contributo di Teresa Iorio, campionessa mondiale SGT in carica, che con i fratelli Zombino condurrà la pizzeria tutto il mese di agosto. Una fusione vantaggiosa, che introduce anche delle novità nell’impasto con farine integrali, accanto all’impasto tradizionale.
La scommessa sta nel realizzare la pizza più buona dell’estate: Marinara a 4 € mentre la Margherita 5 €, Verace con mozzarella di bufala a 7,50 € sono alcuni dei grandi classici, spicca nel menu la Pomodorosa ai 4 pomodori campani (11 €) e soprattutto alle due integrali realizzate con farina Tipo 1 del nostro sponsor Mulino Caputo che sta ottenendo successo anche a molte miglia da Napoli: Pomodoro e mozzarella (5 €) o Provola e corbarino (6 €). Altra novità, lo scenario del locale, immerso nel verde della serra in Corso Vittoria Colonna 90. Cibo di qualità e architettura mozzafiato in una delle isole più romantiche della costiera amalfitana.

Donatella Conte

Studentessa di Lettere, aspirante scrittrice. Amo i libri, il cinema neorealista, Vittorio De Sica, odio le ipocrisie ed il qualunquismo. Chi sono? Una ragazza che per salvarsi sceglie di non andarsene ma di scrivere, perché la scrittura può smuovere menti ottuse e scoprire lascive bugie che la società ancora ci racconta. Citando Roberto Saviano: ”La scrittura è stata ed è medicina, piacere, casa, riconferma che esisto, ma anche straordinaria -forse unica per me- possibilità d'incontro, e non penso solo a libri e articoli ma anche a Facebook, che è la mia piazza, il mio bar, il mio ristorante, il mio giardino pubblico e la mia passeggiata a mare.” Scrivere per me è vivere, impossibile stare senza.