mercoledì 21 novembre 2018
Ultime notizie

dEVERSIVO, all’India il brillante monologo di Eleonora Danco

Esasperatamente geniale.

Sul palco dell’India Eleonora Danco porta dEVERSIVO, prodotto dal Teatro di Roma che, dopo dieci giorni in cartellone, chiude con il tutto esaurito.

Luci sghembe e qualche sedia bastano all’artista romana per vivere e far vivere il dramma di chi con l’arte non ci vuole solo mangiare ma attraverso essa vuole anche esistere, l’incertezza di una vita perennemente in bilico tra velleità artistiche e la feroce realtà dell’affitto e il frigo vuoto.

Gli innamorati del palcoscenico sono condannati a un’esistenza anaerobica fatta di corse continue alla ricerca di produttori, teatri, attori per poter mettere in scena la propria creatura che, come un mostro, è pronta a divorare dall’interno se resta inascoltata.

E allora, scrivere diviene una droga, mangiare e dormire attività accessorie al corpo portato continuamente verso il limite e oltre: sulla scena la fisicità schizofrenica della Danco non lascia scampo.

Roma, «La città dove sembra che tutto stia per succedere e non succede mai niente», è il campo di battaglia di questa esistenza tormentata, parte integrante del tormento dell’artista con i suoi innumerevoli disservizi e contraddizioni. La città viene ricostruita attraverso un’urbanistica esperienziale a tratti esilarante, grazie a una scrittura brillante ed evocativa che aspira a farsi trama. Riuscendoci.

Imma Amitrano

Ho 24 anni e mi piace scrivere da quando ho imparato a farlo. Dopo essermi diplomata al liceo classico di Castellammare di Stabia mi sono trasferita a Roma dove mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università La Sapienza, ho continuato il mio percorso formativo all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico conseguendo un master in critica giornalistica. I miei interessi sono rivolti al mondo della cultura e dello spettacolo, con una particolare predilezione per il teatro perché credo che il palcoscenico sia una lente privilegiata attraverso cui guardare la realtà.
Amo gli animali e sono vegana, adoro la letteratura e l’archeologia, il mare d’inverno e i vecchi film in bianco e nero.