giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

XIX Giornata della Memoria e dell’Impegno: impariamo dalla Storia

libera_firenze_mafie_0Dal 1996 ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell’impegno. Quest’anno è il 22 marzo 2014 la data dedicata alla memoria per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Sarà Latina ad accogliere il corteo. La manifestazione, organizzata da Libera e Appello Pubblico, prende il nome di “Radici di memoria, frutti d’impegno”. Nei giorni precedenti, ovvero ieri 18 novembre, c’è stata una conferenza con Caterina Miraglia, Alessandra Clemente, Paolo Siani, Geppino Fiorenza, Tonino Palmese e Valerio Taglione,  presso il “Centro di documentazione regionale contro la camorra” al Centro direzionale di Napoli. Durante l’incontro si è proiettato lo spot “Marano Ragazzi Spot Festival” e si è mostrato il programma organizzato da Libera e Avviso Pubblico sulla giornata del 22. Il 21 marzo gli studenti degli Istituti Scolastici Statali e Paritari di 2^ livello della Provincia di Agrigento, incontreranno, presso la Camera di Commercio di Agrigento, i componenti della Consulta Provinciale Studentesca.
Dal 2012 si registrano quasi 500.000 reati mafiosi: 1300 al giorno, 50 all’ora; quasi uno al secondo. E questi sono numeri. Per la camorra, l‘ndrangheta e la mafia vi sono tre modalità differenti di agire sul territorio ma su un punto, purtroppo, pari sono: hanno ucciso persone innocue e/o per loro scomode, in quanto garanti della Legge. Citiamo solo qualche nome, facendo un rapido ex-cursus: Pio La Torre, Rosario Di Salvo, Don Peppe Diana, Barbara Rizzo, Alberto Giacomelli, Alberto Vallefuoco, Salvatore De Falco, Rosario Flaminio, Gino Sequino, Paolo Castaldi, Silvia Ruotolo, Giancarlo Siani e, chiaramente, i giudici Bruno Caccia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Dunque una giornata per non dimenticare, sicuramente; ma anche per capire che il nemico va colpito proprio sul suo tallone d’Achille, che, in questo caso specifico, si chiama denaro.
Guarda l’edizione straordinaria del tg1 che annunciò la morte del Giudice Giovanni Falcone
      Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      20795

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.