mercoledì 21 novembre 2018
Ultime notizie

Caro fitti al Vomero: la crisi continua

cessata attività«Il processo involutivo del commercio va arrestato per sconfessare la desertizzazione urbana che sta interessando varie zone di Napoli», queste le parole del Presidente del Centro Commerciale Vomero-Arenella e delegato provinciale di Confimprese Italia, Enzo Perrotta, riportate dal quotidiano Il Mattino di Napoli, lo scorso novembre. La questione, difatti, non è nuova: sono anni, mesi che si parla del caro fitti della zona Vomero, in Napoli. In quel periodo si contavano 132 esercizi commerciali con saracinesche abbassate e costretti, dunque, a chiudere definitivamente o a traslocare. Ne sono degli esempi le Librerie Guida Merliani e Loffredo, di cui Linkazzato.it ha precedentemente trattato. Oggi si parla di 600 locali a rischio sfratto entro il 2014.
Nel frattempo i consiglieri dell’esecutivo nazionale dei Verdi, Peppe Russo e Francesco Emilio Borrelli, hanno dato notizia che Pd e Verdi si sono attivati per preparare una legge regionale che tuteli marchi e locali storici della Campania.  Mesi fa si affrontò anche il problema del riciclaggio del denaro e lo stesso Perrotta, in un’intervista telefonica, rilasciata a Campania Su Web, dichiarò: «i negozi sfitti sono un’autostrada per il riciclaggio di denaro sporco», quindi, un’opportunità, posta su un vassoio d’argento, per criminali e camorristi.  La preghiera, a questo punto, è quella che i proprietari di immobili decidano di abbassare i prezzi per evitare che il Vomero diventi “una lavanderia di denaro sporco”, come lo definì Mario Coppeto, Presidente della V Municipalità.
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      21140

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.