martedì 20 novembre 2018
Ultime notizie

A Verona la mostra "Da Botticelli a Matisse. Volti e figure"

foto articolo mostra verona

Immagine ufficiale della mostra veronese. Foto: viavainet.it

È un vento del Nord la nuova aria che spira tra le sale del Palazzo della Gran Guardia di Verona: è in corso la mostra intitolata “Da Botticelli a Matisse. Volti e figure” la grandiosa esposizione sul ritratto e sulla figura che Marco Goldin, il quale ne è curatore, ha proposto, in prima edizione, nella Basilica Palladiana di Vicenza, dove è stata ammirata da oltre 270mila persone in soli cento giorni di apertura. Un successo clamoroso rimarcato da un gradimento eccezionale del pubblico. I dipinti presenti nell’edizione veronese sono circa ottanta, provenienti dai musei di tutto il mondo per raccontare la loro storia di uomini e donne, illustri, talora, semplici borghesi, commercianti, storie di volti che hanno edificato la storia dell’arte e che radunati insieme narrano ciascuno l’eterno sempre uguale e sempre nuovo mosaico della esistenza umana. L’ambiente è arricchito a Verona con dipinti rari di Memling,Van Eyckne ed Antonello da Messina con l’aggiunta di un nucleo davvero importante di capolavori tutti provenienti da una meravigliosa istituzione rumena, il Muzeul National Brukenthal di Sibiu, antichissima città della Transilvania, che per i suoi monumenti è stata Capitale Europea della Cultura. Dal museo rumeno, famoso tra gli appassionati di tutto il mondo, giungono a Verona quattro opere quattrocentesche su tavola.
Tre sono capolavori tra i maggiori dell’arte fiamminga, il quarto è un rarissimo Antonello da Messina, la Crocefissione datata 1460. Le opere fiamminghe sono di Hans Memling e an van Eyck. Di quest’ultimo sarà esposto il celeberrimo Ritratto d’uomo con copricapo azzurro del 1429, che Goldin ha scelto come immagine ufficiale della mostra veronese. Di Memling sarà presente un dittico con un Ritratto di uomo che legge e un Ritratto di donna in preghiera, entrambe opere del 1490. La nuova edizione veronese ha lo sopo di raccontare volti e figure che hanno affascinato gli artisti dal Quattrocento a oggi: dai ritratti e dalle figure per esempio di Botticelli, BeatoAngelico, Mantegna, Bellini, Bramantino, Lippi, Cranach, Pontoro e poi Rubens, Caravaggio, Van Dyck, Rembrandt, Velázquez, El Greco, Goya, Tiepologiungendo agli impressionisti da Manet a Monet, da Cézanne e Gauguin a Van Gogh e ai grandi pittori del XX secolo da Munch, Picasso, Matisse e Modigliani fino Giacometti e Bacon. Una mostra all’insegna dell’immagine universale dell’uomo tra sacro e profano, tra vita quotidiana e celebrazione di sé, tra sentimento religioso e rappresentazione della propria immagine negli autoritratti, soprattutto tra Ottocento e Novecento. Ma fate presto per ammirarla, perché la mostra durerà fino a Pasquetta.

ORARI: Lunedì-giovedì: 9-19; Venerdì-domenica: 9-20; Dal 1 marzo, il venerdì e il sabato la mostra è aperta fino alle 21.

PRENOTAZIONI: Tel. +39 0422 429999 – Fax +39 0422 308272 -biglietto@lineadombra.it

CALL CENTER: dal lunedì al venerdì, 9.00-13.30 e 14.30-18.00; Chiuso il sabato, la domenica e i festivi.

  • Biglietti con prenotazione: Intero € 13,00; Ridotto € 10,00: studenti universitari con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni; Ridotto € 7,00: minorenni (6-17 anni)
  • Biglietti senza prenotazione (acquistabili solo in mostra): Intero € 12,00; Ridotto € 9,00: studenti universitari con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni; Ridotto € 6,00: minorenni (6-17 anni)
  • Biglietto speciale aperto: € 15,00: visita la mostra quando vuoi, senza necessità di bloccare data e fascia oraria precise. Acquistabile via internet, tramite call center o presso la biglietteria della mostra. Questo stesso biglietto potrà essere regalato a chi si desidera.
  • GRUPPI: Prenotazione obbligatoria (minimo 15 massimo 25 con capogruppo gratuito) Intero € 10,00; Ridotto € 7,00: minorenni (6-17 anni)
  • SCUOLE: Prenotazione obbligatoria (minimo 15 massimo 25 con due accompagnatori a titolo gratuito); Ridotto € 6,00 (Per visite effettuate il sabato e la domenica viene applicata la tariffa dei gruppi); Ingresso gratuito: bambini fino a cinque anni compiuti (non in gruppo scolastico), giornalisti con tesserino, accompagnatore di portatore di handicap.

Bruna Di Matteo