lunedì 10 dicembre 2018
Ultime notizie

The Playmore: “Pump Rock” dal 3 giugno nei principali stores digitali

740416_10151356153821066_1212183914_oIl 3 giugno 2014 esce “Pump rock”, il disco d’esordio dei The Playmore, una giovane band nata nel 2012 a Napoli e formata da Pie, Gian, Brogio e Marfz, quattro ragazzi che si autodefiniscono agli antipodi. “Pump rock” – dal 3 giugno in tutti i principali digital stores – è stato prodotto dall’etichetta romana Quadraro Basement ed è stato preceduto dal lancio autoprodotto di “Things”, loro primo singolo – uscito ad aprile 2013 – generato durante una notte insonne del bassista Marfz, costruito su un nervoso riff. “Things”, attualmente su youtube, Itunes e tutti i canali principali, si è fatto strada con un tour promozionale radio e tv, con interviste e live shows a Napoli e in Italia. «Pump Rock – racconta Gian – è un progetto ed un’urgenza: un progetto perché è un punto fissato ad un certo stadio del cammino, un’urgenza perché dopo anni di lavoro in studio finalmente stava nascendo qualcosa, era nato e doveva prendere una forma definita. Potenza, forza, entusiasmo, urgenza, determinazione».
Vulcanici ed esplosivi, ironici e solari, i The Playmore decidono di miscelare la potenza del genere rock, il cui ritmo accelerato fa saltare e ballare, a testi impegnati ed impegnativi: pesantezza e leggerezza, dunque, in un unico album. “Pump Rock”, che risulta essere il risultato di anni di composizioni, prove, sacrifici, risate, lacrime, divertimenti, ma soprattutto una passione comune che unisce nella speranza e fonde nelle note, è stato concepito con l’intento di creare un live show coinvolgente. Marfz, Gian e Brogio, amici nella vita sin dai tempi del liceo, si dilettavano a suonare sin da piccoli. Solo nel 2010 c’è stato l’incontro con Pie, dal quale è scaturita l’unione e la concretizzazione di un sogno comune quanto individuale. Strade e vissuti che si sono incontrati e scontrati e con i quali non è nata solo una canzone, bensì una raccolta di brani grazie ai quali hanno potuto esprimere sé stessi e le proprie emozioni.
homeOfficial website
www.theplaymore.com
facebookFacebook
www.facebook.com/theplaymore
twitter Twitter
www.twitter.com/theplaymore
instagram Instagram
www.instagram.com/theplaymore
youtube_icon Youtube
www.youtube.com/theplaymoreofficial
soundcloud Soundcloud
www.soundcloud.com/theplaymore
Il 3 giugno 2014 esce “Pump rock”, il disco d’esordio dei The Playmore, una giovane band nata nel 2012 a Napoli e formata da Pie, Gian, Brogio e Marfz, quattro ragazzi che si autodefiniscono agli antipodi. “Pump rock” – dal 3 giugno in tutti i principali digital stores – è stato prodotto dall’etichetta romana Quadraro Basement ed è stato preceduto dal lancio autoprodotto di “Things”, loro primo singolo – uscito ad aprile 2013 – generato durante una notte insonne del bassista Marfz, costruito su un nervoso riff. “Things”, attualmente su youtube, Itunes e tutti i canali principali, si è fatto…

Review Overview

Vota!

Summary : Valuta questo articolo:
★★★★★ - Molto interessante
★★★★ - Abbastanza interessante
★★★ - Interessante
★★ - Poco interessante
★ - Per niente interessante

User Rating: 4.88 ( 2 votes)
0

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.