lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Squadra mobile 2, lascia Serena Rossi.

Photo by Tumbrl

Photo by Tumbrl

Squadra mobile perde una delle sue maggiori interpreti Serena Rossi. L’attrice l’ha annunciato in occasione del Giffoni Film Festival il cui programma prevede incontri fino al prossimo 26 luglio. La Rossi sarà invece partecipe, insieme a Gianpaolo Morelli, della 5 stagione della serie prodotta da Rai di Carlo Lucarelli, “L’ispettore Coliandro”.
L’attrice lavorerà sul set di “Troppo napoletano” prodotto da Alessandro Siani insieme a Gigi e Ross. Ovviamente c’è la possibilità che l’attrice prenda parte alla prossima edizione di “Tale e quale Show” dopo la vittoria dello scorso anno.

Biografia e filmografia

Serena Rossi nasce a Napoli (31 agosto 1985) da una famiglia di musicisti. Nel 2003 esordisce  interpretando il personaggio di Carmen Catalano in Un posto al sole, soap opera molto seguita in particolar modo nel partenopeo e nel resto della penisola.  E’ impegnata poi a teatro in Mal’aria (2005) di Bruno Garofalo, adattamento in napoletano di ‘Romeo e Giulietta’. E’ attrice, doppiatrice e cantante; Si ricorda lo scorso anno la sua partecipazione su Rai uno a ‘Tale e quale show’, in cui l’attrice partenopea si è attestata come vincitrice. La troviamo in Salvo D’acquisto, Padri e figli, Il commissario Montalbano, Che Dio ci aiuti, R.I.S Roma Delitti imperfetti, Il clan dei camorristi, Rex, Squadra Mobile.

Donatella Conte

Studentessa di Lettere, aspirante scrittrice. Amo i libri, il cinema neorealista, Vittorio De Sica, odio le ipocrisie ed il qualunquismo. Chi sono? Una ragazza che per salvarsi sceglie di non andarsene ma di scrivere, perché la scrittura può smuovere menti ottuse e scoprire lascive bugie che la società ancora ci racconta. Citando Roberto Saviano: ”La scrittura è stata ed è medicina, piacere, casa, riconferma che esisto, ma anche straordinaria -forse unica per me- possibilità d'incontro, e non penso solo a libri e articoli ma anche a Facebook, che è la mia piazza, il mio bar, il mio ristorante, il mio giardino pubblico e la mia passeggiata a mare.” Scrivere per me è vivere, impossibile stare senza.