venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Spray al peperoncino: nuova arma per le forze dell’ordine

Spray al peperoncino 2È stata approvata la sperimentazione dello spray al peperoncino a Milano, Roma e Napoli. È stato verificato che non avrà ripercussioni sulla salute.  È necessario che sia spruzzato da una distanza minima di tre metri.

Da gennaio il via per questa nuova “arma” che poliziotti e carabinieri potranno utilizzare per la tutela e la difesa di se stessi. Saranno i Polfer Stazione e Volanti di Milano, nonché i carabinieri dei reparti operativi di Roma e Napoli, i primi a testarlo.

Lo spray, a base della sostanza urticante “oleoresin capsicum”, non sembrerebbe esser nocivo per la salute di chi ne subisce lo spargimento, sebbene provochi irritazioni, bruciori e, probabilmente, difficoltà respiratorie. Il suo fine ultimo è immobilizzare il malintenzionato. Ma è, in realtà, innocuo per la salute. È questo il motivo che ha spinto alla sperimentazione. Chiaramente se il risultato dovesse esser positivo, si provvederà a una diffusione del prodotto da nebulizzare, e non solo nelle tre città sopra citate.

<Al momento, non si parla di utilizzo per le manifestazioni di piazza. Io mi auguro che vengano distribuiti a tutti. È paradossale che un cittadino lo possa usare, e un poliziotto in servizio invece no.>.  Sono queste le parole di Franco Maccari, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. Dunque non solo manganelli e pistole: l’arsenale  delle forze dell’ordine includerà anche lo spray al peperoncino da cospargere.

                                                                                                                                                                                                         Francesca Saveria Cimmino

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.