venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Bancari in sciopero per la disdetta del contratto di lavoro. Addio al posto fisso? – Ascolta l’intervista –

Sciopero dei bancari contro la disdetta del contratto nazionale di lavoro

Sciopero dei bancari contro la disdetta del contratto nazionale di lavoro

Da che mondo è mondo quello dei bancari è sempre stato considerato uno dei posti di lavoro più sicuri per gli impiegati. Ma adesso cambierà la musica o meglio, il contratto di lavoro. L’ABI – associazione bancaria italiana  –  ha annunciato la disdetta alla fine di giugno 2014 del contratto nazionale di lavoro entrato in vigore nel gennaio 2012. Questo uno dei motivi principali che ha visto circa l’85% dei bancari italiani scioperare il 31 ottobre scorso. La richiesta dei bancari, che non scioperavano da 13 anni è quella di intavolare nuovamente un discorso sulla decisione e pensare a un passo indietro da parte dell’Associazione.

Il contratto – ormai in scadenza – prevedeva un aumento medio di 170 euro, che, come spiega Francesco Micheli – presidente del Comitato affari sindacali e del lavoro e vicepresidente dell’Abi –  è ormai troppo oneroso a fronte del peggioramento dello scenario economico del paese.
I bancari, quindi, non solo hanno paura di perdere il loro posto di lavoro – sono previsti infatti dai 20 ai 30 mila esuberi – ma sono sempre più irritati dalle posizioni prese ai vertici che di certo non facilitano la loro posizione lavorativa.

Rossella Pardi

 

 

 

Ascolta qui l’intervista