venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Revolution Care, parte la rivoluzione nelle scuole – GUARDA VIDEO

revolution_careRevolution Care. Un progetto scolastico innovativo per la lotta alla dispersione scolastica nelle zone di grave esclusione sociale e culturale. Questa mattina, presso il cinema teatro “Pierrot” di Ponticelli, è stata presentata, al cospetto di alunni, genitori e docenti, l’importante iniziativa caratterizzata da specifici percorsi educativi e di aggregazione giovanile. Revolution Care ha preso vita grazie alla volontà di quattro istituti: I.T.C.G. “Archimede” di Napoli (Istituto Capofila), il 70° Circolo Didattico di Napoli, L’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Napoli e l’Istituto Comprensivo “De Luca Picione-Caravita” di Cercola. Il progetto ha l’obiettivo di sostenere ed invogliare i giovani a vivere meglio il proprio territorio intervenendo direttamente, attraverso anche l’attivazione di laboratori artistici, ambientali e di interscambio, sulla complessa realtà di Ponticelli, Cercola, e dei territori limitrofi, una realtà profondamente segnata da un’ alta percentuale di abbandono scolastico e microcriminalità.

La realizzazione di Revolution Care è stata resa possibile grazie alla collaborazione con tre partner: ArciMovie, Legambiente Campania Onlus e Didactica.it che sono i promotori delle attività extrascolastiche. Di certo, un’azione fondamentale per combattere le annose problematiche legate alle scuole del nostro territorio provate dal disagio sociale e dalla mancanza di fondi. Revolution Care rappresenta, in questo senso, una ventata d’aria fresca, simbolo della volontà di cambiare le cose, di rivoluzionare un sistema scolastico (attraverso anche la creazione di un sistema educativo integrato) che fa acqua da tutte le parti. Protagonisti sono i ragazzi, al centro di  una maggiore attenzione e di iniziative pensate ad hoc per fornire loro sempre più chance e sostegno.

Paola Di Matteo

 

Intervista alla Preside dell’Istituto Archimede, Patrizia Scognamiglio

Intervista alla Dott.ssa Valentina Onesti, di Legambiente Campania

Intervista al Dott. Giorgio Improta di Didattica

 

 

Paola Di Matteo