lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Renoir torna in Italia per quattro mesi

fonte foto: millequadri.it

fonte foto: millequadri.it

Oggi 23 ottobre 2013 fino al 23 febbraio 2014 la Galleria d’arte moderna (Gam) di Torino ospiterà una sessantina di tele di Pierre-Auguste Renoir, l’artista francese nato nel 1841 e deceduto nel 1919. Il maestro dell’impressionismo ha dipinto oltre mille opere lasciando che le delicate pennellate, il colore pastello e le luci chiare distendessero lo spettatore dandogli la possibilità di evadere, per un momento, verso mete serene e lontane o incrociare, lungo il proprio percorso, corpi di donne dalle morbide e sensuali forme.

La mostra, suddivisa in nove ambienti, ognuno dei quali fa riferimento ad uno specifico tema, espone i capolavori provenienti dal Musée d’Orsay e dal Musée de l’Orangerie di Parigi. L’autore del quadro Le bagnanti, venne in Italia nel 1881 e, dopo aver conosciuto le opere di Raffaello, cambiò stile: le figure iniziarono ad avere delle linee che ne rimarcassero bene i contorni. Estimatore di Gustave Courbet, Édouard Manet  e François Boucher, contrario alle scelte e modalità utilizzate da Van Gogh e Gauguin, Renoir per quattro mesi torna a trovarci, omaggiando il Paese con la sua firma e le sue opere.  

Al suo fianco, vi saranno dipinti di Giorgio De Chirico e Claude Monet, suo amico storico al quale furono dedicati più quadri, di cui citiamo: Monet che legge (1872), conservato presso il Musée Marmottan Monet di Parigi; Monet che dipinge nel suo giardino di Argenteuil, (1873), nel Wadsworth Atheneum di Hartford e Madame Monet che legge (1874), ospitato nel Calouste Gulbenkian Museum, a Lisbona.

                                                                                                          Francesca Saveria Cimmino

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.