domenica 18 novembre 2018
Ultime notizie

Presentazione del libro Giorgio La Pira ,La colomba e l’angelo di Rosa Morelli

Il 24 luglio, presso il Centro Giorgio La Pira di Pomigliano d’ Arco si è tenuta la presentazione del libro “Giorgio La Pira : la colomba e l’ angelo”. Il volume scritto dalla Prof.ssa Rosa Morelli, rientra in quella cattedra Lapiriana istituita a novembre scorso  presso il centro.  A presentare il libro è stato l’assessore Dott. Luigi Cobianchi, casertano, molto attivo nell’ azione di denuncia, azione che ha portato agli arresti di molto consiglieri  della giunta casertana , notizie di queste ultime settimane.

Il dott. Cobianchi ha dichiarato :“Per me, che considero La Pira, foto pirainsieme a Dossetti e De Gasperi, un punto di riferimento imprescindibile per una buona politica , è un grande onore poter presentare il testo della professoressa Morelli”.

L’ evento è stato moderato dal Presidente del centro, Gaetano Pugliese  e dal  vice presidente  Mimmo De Cicco , allietato anche dalle musiche della pianista Linda Vanacore  presenti  nel  suo ultimo cd Waiting for you. Ritornando al Centro La Pira , nato circa trent’anni fa , si ispira all’azione e alla figura di Giorgio La Pira, che fu sindaco di Firenze, araldo instancabile della pace  e della amicizia tra tutti i popoli, si può definire un contemplativo nel mondo, un laico nella società politica e un profeta nella storia.  L’ associazione è molto attiva sul territorio, organizza eventi di grande livello culturale , ospita personaggi della cultura, del cinema , della politica .

Tra questi anche il Presidente Oscar Luigi Scalfaro che ha dialogato con i giovani sul testo : “La mia Costituzione”. Inoltre il centro ha una biblioteca per i ragazzi, perchè l’ infanzia e l’ adolescenza è un aspetto che quest’ ultimo cura molto ispirandosi all’ azione di Don Lorenzo Milani.  Il Centro è sempre alla ricerca di nuovi apporti e nuove idee, vuol essere un luogo di confronto e di incontro. L’intercultura, la non violenza, la ricerca sui linguaggi costituiscono alcuni dei filoni su cui si innesca il lavoro del centro.