giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

Porcellum o Bordellum?

porcellum

Il Porcellum

La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale l’attuale legge elettorale, il Porcellum. Bocciati quindi tutti e due i punti al vaglio della Corte ossia il premio di maggioranza e le liste cosiddette bloccate. “La Corte costituzionale – si legge in una nota ufficiale- ha dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme della legge n. 270/2005 che prevedono l’assegnazione di un premio di maggioranza (sia per la Camera dei Deputati che per il Senato della Repubblica) alla lista o alla coalizione di liste che abbiano ottenuto il maggior numero di voti e che non abbiano conseguito, almeno, alla Camera, 340 seggi e, al Senato, il 55% dei seggi assegnati a ciascuna Regione. La Corte ha altresì dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme che stabiliscono la presentazione di liste elettorali ‘bloccate’, nella parte in cui non consentono all’elettore di esprimere una preferenza”.

Presa la sentenza al balzo i grillini hanno gridato all’illeggittimità dei parlamentari. Senatori e deputati abusivi quindi o quantomeno decaduti secondo i penta stellati. Diversamente viene invece espresso dai costituzionalisti che intendono tale sentenza non retroattiva e quindi applicabile solo post nuove elezioni, precisando anzi che “resta fermo che il Parlamento può sempre approvare nuove leggi elettorali, secondo le proprie scelte politiche, nel rispetto dei principi costituzionali”.
A tal proposito si esprime anche la costituzionalista Michela Manetti al GR3 che alla domanda in merito alla legittimità ad occupare gli scranni parlamentari dice che “questa è una stupidaggine, senza offesa per nessuno. Perché il fatto che venga dichiarata illegittima la legge non toglie assolutamente validità alle elezioni che si sono svolte in precedenza e neppure toglie validità agli atti che ha adottato il parlamento nel frattempo”.
Ma se sono illegittimi i parlamentari è illegittima anche l’elezione del Presidente della Repubblica – eletto proprio dagli illegittimi di cui sopra – e lo sono anche tutti gli atti che sono usciti dalle Camere. Ma soprattutto è illegittima anche la Corte Costituzionale che dichiarato illegittimo tutto il resto visto che per un terzo i componenti sono scelti dal Presidente della Repubblica ed un terzo dal Parlamento in seduta comune. Tutti illegittimi quindi?
Dal Porcellum al Bordellum.

Emanuela Nicoloro