martedì 13 novembre 2018
Ultime notizie

“Torneranno i prati” il film di E.Olmi sulla Grande Guerra

Olmifilm3Torneranno i prati è il nuovo film di Ermanno Olmi, il regista bergamasco quasi 83enne che stavolta racconta la Grande Guerra. Le riprese sull’altopiano di Asiago, a poca distanza dalla sua casa, sono durate sette settimane e si sono concluse a fine febbraio. Due le trincee ivi costruite: una in val Giardini a 1100 metri d’altezza e l’altra in val Formica a 1800 metri. Il periodo storico di riferimento va dal 1915 al 1918. Tredici i soldati in scena; tra gli interpreti citiamo Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti, Andrea Di Maria, Francesco Formichetti, Camillo Grassi e Niccolò Senni.
«
Vorrei che questo film fosse, più che bello, utile contro la guerra» spiega l’autore di celebri opere come L’Albero degli zoccoli (1978) o Il mestiere delle armi (2001). Il film, costato 3 milioni e 200 mila euro, è dunque un inno alla pace: il fine che Olmi intende perseguire è, difatti, quello di mostrare quanto atroce sia il conflitto e quanto distrugga, laceri e possa provocare dolori incolmabili. Sembra, in realtà, il momento giusto per affrontare tale tema, visto quel che ai nostri giorni accade a Kiev; del resto il cinema si presta ad essere un medium, uno strumento, atto a far riflettere e a propagandare. Il film, attualmente in fase di post-produzione, ha ricevuto il contributo del Mibac ed è stato prodotto da Cinema Undici, Ipotesi Cinema e Rai Cinema. L’uscita è prevista nel prossimo autunno. Speriamo solo non sia troppo tardi!
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      20676
 

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.