mercoledì 21 novembre 2018
Ultime notizie

“Nymphomaniac”: l’ultimo film di von Trier tra erotismo e pornografia

nymphomaniac“Nymphomaniac”, l’ultimo film del danese Lars von Trier, prossimamente in Italia. Sarà distribuito dalla Good Films, società avente Ginevra Elkann, sorella di Lapo, tra i fondatori. Il prodotto cinematografico è stato criticato e discusso per le sue numerose scene sessuali incensurate; ma anche per la sua durata di circa cinque ore e trenta minuti, ridotte a quattro.

 “Nymphomaniac” narra le vicende, dalla nascita sino ai cinquanta anni, di una ninfomane interpretata da Charlotte Gainsbourg. Collaborano al prodotto altri celebri performers, tra cui citiamo Uma Thurman, Shia LaBeouf, William Dafoe e Christian Slater. Per le scene in cui è chiaramente visibile l’organo genitale, il regista ha richiesto la partecipazione di porno-attori, che hanno sposato l’idea, dando disponibilità per le scene di girato.

Quando nelle sale italiane uscì “La vita di Adele” di Kechiche, vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes 2013, il film fu considerato scandaloso per le scene omosessuali e le sequenze dalla spinta intimità ivi presenti. Eppure, il sopra citato prodotto sembra esser, paradossalmente, casto e pudìco  se rapportato all’opera erotica di von Trier.

Inutile dire che trovare una distribuzione disposta a rischiare con un’opera del genere, in un Paese come l’Italia, è stata un’ardua impresa. Staremo a vedere, stavolta, le reazioni e gli incassi. Non ci resta che attendere .

                                                                                                                                                                                                         Francesca Saveria Cimmino

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.