martedì 20 novembre 2018
Ultime notizie

“Noi 4”: dopo “Scialla!” la storia di un’intera famiglia

noi-4_cover“Noi 4” il secondo film diretto da Francesco Bruni, interpretato da Ksenia Rappoport, Fabrizio Gifuni, Lucrezia Guidone, Francesco Bracci e Raffaella Lebboroni, esce oggi, giovedì 20 marzo 2014, nelle sale italiane. Una commedia di novanta minuti incentrata sulla famiglia è quel che il regista di “Scialla!”  propone al pubblico. “Non è stato facile girare il film, anche da un punto di vista produttivo, c’era questo continuo spostarsi di locations nel traffico, tra i cantieri e la polvere –commenta il regista e sceneggiatore Bruni – volevo una luce calcinata di giugno, ma durante le riprese, poi, è piovuto spesso”. Ambientato a Roma nel mese di giugno, il film descrive una famiglia piuttosto attuale: Lara e Ettore sono separati, ma in passato si sono amati molto. Dal loro matrimonio sono nati Emma, una ventenne aspirante attrice che dorme al Teatro Valle Occupato e che ha una relazione con un uomo molto più grande, e Giacomo che il 13 giugno deve sostenere l’esame di terza media.
La fotografia di Arnaldo Catinari risulta essere piuttosto essenziale, i dialoghi precisi e attenti a ritagliare una società contemporanea, si concentrano maggiormente sulla psiche maschile. La madre è un ingegnere russo, il padre è un artista; dunque, apparentemente, nessun punto di contatto tra i due ex-coniugi, se non i figli. Tra Giacomo ed Ettore non corre buon sangue, mentre tra Ettore e sua figlia c’è adorazione. “ Aggressiva con la madre, protettiva con il fratello e adorante nei confronti del padre”,  Bruni descrive così la piccola Emma (Lucrezia Guidone) e, non nega, esserci stato anche un pizzico di autobiografia: quando i figli crescono i genitori si rendono conto che, in primis, il loro ruolo diviene marginale e, in secondo luogo, che il tempo scorre velocemente.
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      20826

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.