giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

Napoli-Roma 1-1: Mertens risponde a El Shaarawy

L’autore del gol del pareggio Dries Mertens

Un ottimo Napoli, bello e propositivo, crea tantissimo ma trova la rete del pareggio solo allo scadere con Dries Mertens. Un vero e proprio peccato, per i partenopei che nonostante abbiano creato molto riescono a portare solo un punto a casa tra le mure amiche del San Paolo e devono anche a ringraziare il gol nel recupero, altrimenti a quest’ora staremmo parlando di una sconfitta: immeritata, ma pur sempre sconfitta.

Il tecnico azzurro Carlo Ancelotti, alla fine davanti ha scelto il polacco Milik e ha lasciato fuori inizialmente MertensDi Francesco invece ha rilanciato Juan Jesus in difesa al fianco di Manolas ed ha deciso di rinunciare inizialmente a Florenzi. Assorbito il ritardo iniziale di 7 minuti per un guasto al sistema Var, il Napoli ha iniziato anche a macinare gioco, costringendo spesso e volentieri la Roma a doversi compattare per difendersi negli ultimi 25-30 metri di campo. Lo spagnolo Fabian Ruiz è scintillante, così tanto che al 7′ semina il panico nell’aria giallorossa saltando tutti, ma Insigne sbaglia praticamente un calcio di rigore quasi fatto. Al 14′ è la Roma a passare in vantaggio un po’ a sorpresa: infatti, è Under a regalare l’assist decisivo ad El Shaarawy, che insacca con l’ausilio del palo. Poi è il Napoli che torna a creare occasioni su occasioni con Milik (fucilata da fuori parata e colpo di testa fuori di poco), Hamsik (tiro sullo scarico di Fabian Ruiz, ancora bene Olsen) e Lorenzo Insigne (tiro da fuori di poco al lato). Paradossalmente, però, ad andare più vicina al gol è ancora la Roma al 35′, con Dzeko che prima salta Ospina su invenzione di Under e poi di sinistro centra la porta a girare, ma sulla riga è Albiol di testa ad evitare il 2-0.

Nella ripresa la Roma cambia e passa al 4-3-3, ma la sostanza non cambia in quanto gli azzurri sono costantemente proiettati negli ultimi 30 metri di campo della squadra giallorossa. Dopo appena venti secondi di gioco è Olsen a salvare su traversone di Callejon, evitando che la palla arrivi a centro area a Milik, da solo a porta vuota. Poi arrivano occasioni in serie per Insigne e Callejon.E la Roma? È tutta lì, raggomitolata su se stessa, a difesa del vantaggio preziosissimo e pronta eventualmente a colpire in contropiede. Al 36′ il San Paolo vibra, ma il gol di Mertens (splendido l’assist in verticale di Allan) è annullato per fuorigioco. Ma il folletto belga trova la fiammata giusta in extremis, al 45′, con un piatto che insacca il pari a ridosso della linea di porta. Finisce così, con un pari meritato da parte dei padroni di casa e un punto prezioso per gli ospiti.

Alla fine, a  condannare il Napoli poteva essere l’unica grande distrazione di tutta la gara, dopo nemmeno 15′ di gioco. Poi, dopo questa distrazione, i partenopei hanno dominato in lungo e in largo per il resto della partita, basti pensare ai numeri finali, con i padroni di casa che dominano in ogni statistica: gli angoli (17-3), il possesso palla (62-37%), i tiri (26-8) e i cross (47-7). Insomma, alla fine per la Roma resta l’amaro in bocca di vedersi raggiunta proprio quando pensava di aver portato a casa una vittoria fondamentale e per il Napoli la gioia di non perdere una partita che non avrebbe meritato di perdere. Probabilmente, a far festa, a conti fatti è soprattutto la Juve, che porta a sei i punti di vantaggio sullo stesso Napoli. Per la Roma, invece, un punto che fa classifica, in attesa della trasferta di Firenze.

 

Mario Ruggiero

Mi chiamo Mario Ruggiero, ho 24 anni, sono dottore in Scienze della Comunicazione. Amo far sentire la mia voce scrivendo, proprio per questo motivo ho deciso di farmi sentire tramite Linkazzato.it, in quanto giornale online molto innovativo che non ha alcuna sudditanza psicologica verso i poteri forti.