martedì 11 dicembre 2018
Ultime notizie

Napoli, un poker per ricominciare a sognare – GUARDA INTERVISTE

Foto : Calciomercato.it

Tutto facile per il Napoli al San Paolo dove gli azzurri asfaltano un volenteroso Livorno, passando subito in vantaggio con Pandev, raddoppiando al ventiseiesimo con Inler e chiudendo la pratica al minuto 54 con la rete di Callejon, prima che Hamsik  fissi all’ottantatreesimo il risultato sul definitivo 4 a 0. Insomma un bel modo per ricacciare dalla mente la brutta prestazione offerta all’Emirates con l’Arsenal e rispedire al mittente le più che mai ingenerose critiche piovute sugli azzurri, dato che su 9 partite ufficiali il Napoli ha raccolto 7 vittorie, un pareggio ed una sconfitta, peraltro su un campo dove faticherebbero anche squadroni come Bayern Monaco, Real Madrid e Barca.  
Pertanto il team partenopeo ha risposto da grande squadra ed anche questa volta il turnover di Benitez ha convinto con un Mertens in grande spolvero ed un Fernandez  in netta ripresa, quest’ultimo preferito a Cannavaro, sempre più ai margini del progetto azzurro. Inoltre le pesanti assenze di Higuain, Albiol e Zuniga non hanno avuto alcuna incidenza e la loro mancata convocazione permetterà ai suddetti di rendersi indisponibili per gli impegni in nazionale.
In sostanza le strategie di Rafa Benitez stanno dando i loro frutti ed il tecnico madrileno con il Livorno e con il Genoa ha anche dimostrato di far tesoro degli errori commessi, attuando una rotazione dei calciatori più moderata e sensata rispetto a quella fatta contro il Sassuolo e grande accortezza nel preservare la condizione fisica dei propri calciatori e prevenirne così possibili infortuni. Di conseguenza il Napoli potrà affrontare il prossimo cruciale impegno con la Roma in condizioni ottimali, beneficiando pienamente della pausa per le nazionali che consentirà agli azzurri di ricaricare le batterie e di recuperare giocatori fondamentali come Maggio, Higuain ed Albiol, d’altro canto sarebbe letale concedere anche un minimo vantaggio a questa Roma.

I pareri dei tifosi napoletani sulla partita

 

Luigi Testa