lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Napoli, ecco dove e come intervenire per diventare grande

Foto : Repubblica.it

Erano in molti ad essersi illusi del fatto che quest’anno il Napoli avesse finalmente delle alternative in grado di non far rimpiangere i titolari, invece il pareggio col Sassuolo nel primo turno infrasettimanale di questa stagione ci dice il contrario. Infatti non poteva esserci occasione migliore per i vari Fernandez, Cannavaro, Armero, Pandev e Mertens per mettersi in mostra ma di questi soltanto il nazionale belga ha avuto un rendimento soddisfacente, mentre gli altri sono stati autori di prestazioni a dir poco deludenti.
Le critiche più pesanti cadono sicuramente su Fernandez e Cannavaro, che ieri sera hanno sofferto eccessivamente la verve di Zaza, con l’argentino che ha dato sfoggio di tutta la sua goffaggine, inconsistenza e lentezza, sprecando anche il pallone del possibile 2 a 1 a pochi metri dalla porta di Pegolo, mentre l’ex capitano del Napoli,oltre ad essere il principale colpevole sulla rete di Zaza, ha mancato tutti gli interventi. Ebbene è proprio in difesa che il Napoli a gennaio dovrà intervenire, comprando almeno un difensore, che dovrebbe prendere il posto del disastroso Fernandez, il quale ha dimostrato di non essere un giocatore adeguato alle ambizioni partenopee,  mentre Cannavaro potrebbe risultare ancora utile alla causa azzurra, sempre che venga schierato accanto a Britos e Albiol.
Gli interventi in difesa però non finiscono qui, dato che Armero non sembra in grado di poter ricoprire il ruolo di terzino, essendo un giocatore maggiormente votato alla fase offensiva, quindi non è da escluderne la cessione, visto che il Benifca era sulle sue tracce e il Napoli sembra essersi interessato ad Ansaldi, terzino argentino dello Zenit. Ovviamente non è solo il reparto arretrato ad avere bisogno di qualche ritocco, dato che a centrocampo Radosevic è ancora troppo acerbo per certi palcoscenici, quindi l’acquisto di un centrocampista dovrebbe essere considerato una priorità dalla dirigenza partenopea, che, dopo aver fallito la trattativa per Gonalons del Lione, non pare avere le idee chiare, in quanto i nomi di Mascherano e Witsel rappresentano solo una boutade giornalistica e non reali trattative.
Infine in attacco, reparto dove il Napoli è messo meglio, ci si chiede se Duvan Zapata sia un’alternativa reale ad Higuain, visto che non è stato mai impiegato, altrimenti non andrebbe trascurata l’ipotesi di mandare il colombiano in prestito e di intervenire sul mercato, daltronde le risorse economiche per migliorare la rosa sono consistenti e non avrebbe senso “perdere la minestra per un acino di pepe”.

 

Luigi Testa