lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

MIBACT: 135 milioni al Mezzogiorno d’Italia per il restauro

MIBACTIl Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo ha stanziato 135 milioni, con il decreto n.5 del 2014 firmato dal neo Ministro Dario Franceschini, per il patrimonio culturale: per restauri di beni archeologici e paesaggistici del Mezzogiorno. Quarantasei interventi, tutti immediatamente cantierabili, previsti in Campania, Sicilia, Puglia, Calabria. Rispettivamente, per tali Regioni sono stati destinati 43,1 milioni (Campania), 33,7 milioni (Sicilia), 31,8 milioni (Puglia) e 26,8 milioni (Calabria). Manca all’appello la Basilicata, già troppo ricca per rientrare nella cosiddetta “Area convergenza”, e la città di Salerno a proposito della quale scatta subito la polemica. Agli interventi sopra citati bisogna annettere gli 87 interventi già sovvenzionati con una cifra pari a 221, 52 milioni, stabilita a settembre 2013.  Questa operazione si inserisce all’interno del programma “Grandi attrattori culturali, naturali e turismo”, coordinato dal MIBACT.
Per la Campania si interverrà su Reggia di Caserta, Carditello, Villa Campolieto, l’abbazia di Montevergine e il Castello di Francolise. Per la Calabria operazioni in Cosenza, Catanzaro, parco archeologico di Vibo Valentia e Gerace. In Puglia per la Fòcara a Novoli e per il Museo dell’Audiovisivo, sito in Bari. Per la Sicilia sono previsti interventi a Ragusa, Siracusa, Trapani e presso l’area archeologica del Bosco Littorio di Gela. La contestazione per quanto concerne la città di Salerno, comprendente Paestum, la Certosa di Padula e l’area archeologica di Elea-Veila, c’è stata a seguito dell’osservazione della senatrice del pd Angela Saggese, che ha pregato il governo di non attuare decreti e leggi sono in casi di emergenza, ma di salvaguardare e tutelare le bellezze e ricchezze paesaggistiche, monitorandole quotidianamente e prevenendone effetti spiacevoli.
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      20421

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.