giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

“Letti d’un fiato” di Messina: frammenti di narrativa, di oggi, ieri e domani

fonte foto: ibs.it

fonte foto: ibs.it

Si presenterà oggi, a Napoli,  presso la Feltrinelli di via Tommaso d’Aquino, il libro “Letti d’un fiato” scritto da Raffaele Messina ed edito dalla casa editrice Homo Scrivens. Al fianco dell’autore, all’evento coordinato da Aldo Putignano, siederanno gli scrittori Diego De Silva e Pietro Treccagnoli.“Letti d’un fiato” riunisce frammenti di produzione narrativa degli ultimi dodici anni (dal 2000 al 2012). Eccetto alcuni autori italiani recensiti nel testo, tra cui Raffaele Nigro, Peppe Fiore ed Andrea Camilleri, è il territorio campano il principale protagonista di questo libro. «Napoli conta sia perché è oggetto di narrazione, sia perché è città natale di molti autori che si sono imposti a livello nazionale per collocazione editoriale, volume delle vendite e qualità delle proprie opere», spiega Messina nell’introduzione. Dunque, un volume volto soprattutto a testimoniare la nascita e la compresenza nella città di grandi e/o talentuose penne; tra le quali ricordiamo solo qualche nome presente in quest’ultimo lavoro: Ruggero Cappuccio, Maurizio de Giovanni, Erri De Luca, Diego De Silva, Roberto Saviano, Peppe Lanzetta; ma anche gli esordienti Vincenza Alfano, Lucio d’Alessandro, Carmela Politi Cenere, Valeria Parrella.

Raffaele Messina, classe 1959, è dottore di ricerca in Italianistica. Ha pubblicato il volume Il continuo e il discreto nella scrittura di Pirandello (Loffredo, 2009) ed ha curato il recupero di novelle pirandelliane (Alla zappa! Una storia di prete pedofilo, Savarese, 2011) e delle opere giovanili di Luigi Compagnone. Collabora alle riviste «Critica letteraria», «il tetto», «Guida ai libri», «Insegnare», «Rivista di Epistemologia didattica», «Meridione».

Francesca Saveria Cimmino

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.