lunedì 12 novembre 2018
Ultime notizie

La Roma sembra invincibile, ma questo Napoli non ha paura di nessuno

Foto : Romanews.eu

Dopo solo 8 giornate di campionato è già partita l’incoronazione della Roma come futura detentrice dello scudetto.Forse qualcuno dimentica che se il Napoli non avesse clamorosamente pareggiato al San Paolo contro il Sassuolo,  i partenopei avrebbero gli stessi punti dei giallorossi nonostante l’impegno in Champions League. Dunque i pronostici che vogliono una Roma superfavorita contro gli azzurri sono fuorvianti e figli del continuo incensare i risultati ottenuti da Garcia da parte dei media, i quali non solo ignorano completamente la possibilità che la Roma (reduce da un campionato disastroso culminato con la sconfitta nella finale di Coppa Italia contro la Lazio) abbia deciso di effettuare una preparazione atletica in grado di garantire una partenza sprint in modo da ricompattare l’ambiente capitolino,ma trascurano  colpevolmente qualsiasi aspetto tecnico-tattico.
Difatti questa Roma, una squadra corta, compatta e ricca di talento, ha nel centrocampo, dove De Rossi, Strootman e Pjanic assicurano un equilibrio perfetto tra quantità e qualità,  il suo punto di forza ed è quasi impenetrabile per vie centrali. Invece sulle fasce i giallorossi sono  abbastanza vulnerabili dato che Maicon e Torosidis, che giocherà al posto dello  squalificato Balzaretti, non sono immuni da amnesie difensive. Ovviamente se gli azzurri vogliono fare risultato all’Olimpico, non dovranno commettere l’errore di sbilanciarsi troppo, dato che in contropiede l’inesauribile Totti può aprire, in qualsiasi momento, la strada per il gol a Gervinho e Florenzi, i cui inserimenti rappresentano il pericolo più serio per la difesa partenopea.
Pertanto non è da escludere l’ipotesi che Benitez possa prediligere un atteggiamento più attendista e prudente, abbassando il baricentro del Napoli
.  Inoltre per la sfida dell’Olimpico gli azzurri hanno recuperato pedine fondamentali come Higuain,Albiol e Maggio, mentre Zuniga non sarà del match, lasciando ad un Armero, appena rientrato dalla Colombia,  l’onere e l’onore di giocare una gara così importante. Dunque entrambe le squadre sono al gran completo e si preannuncia una partita dura ma divertente che ci dirà chi tra Roma e Napoli è la più seria candidata alla vittoria finale.

 

Luigi Testa