domenica 18 novembre 2018
Ultime notizie

“La Giornata della Memoria” a Napoli appuntamenti e proiezioni per non dimenticare

urlSono passati 69 anni da quando il mondo fu cosciente del genocidio ebraico e della follia del sistema nazista, ma è bene non dimenticare, è bene ogni anno ricordare quanto fu fatto in un rito di condanna perpetuo e sempre più convinto. Ecco perché dal 2005, il 27 gennaio l’Onu ha istituito la cosiddetta “Giornata della Memoria”, in ricordo delle persone uccise nel periodo della seconda guerra mondiale.
Anche Napoli, naturalmente partecipa al momento di ricordo, con appuntamenti di riflessione, proiezioni e incontri. In collaborazione con la Comunità ebraica napoletana, il Comune di Napoli ha organizzato tutta una serie di inziative che si svolgeranno nel corso della giornata di lunedì 27 gennaio, a partire dalle 9,30 una cerimonia presso la scuola dell’infanzia intitolata a Sergio De Simone, il bambino ebreo napoletano usato come cavia dai nazisti. Si proseguirà con un Convegno su Totalitarismo e Negazionismo, presso l’aula Pessina della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II, con la lectio magistralis del Prof. Francesco Paolo Casavola, mentre la parte più consistente del programma sarà a Piazza del Plebiscito sin dalle prime ore del pomeriggio con una ricca serie di appuntamenti, tra cui alle 17,30 proiezione della pellicola “Train de vie” di Radu Mihaileanu e altri documentari, musiche alle 19,30 con il fisarmonicista Generoso Veglione, danze e lettura di testi poetici dedicati alla Shoah con Mariano Rigillo.
A Ponticelli, l’iniziativa “Parole di Memoria”. proiezioni per studenti dedicate al tema della Shoah nel cinema “Pierrot” a via De Meis, a cura dell’Arci Movie (info 081 596 7493), in collaborazione con l’Anpi di Napoli e l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza. La giornata coinvolge anche il teatro, ed al San Carlo già a partire da sabato 25 e fino naturalmente al 27 esibizioni e concerti (info 081 797 2111). Sempre lunedì 27, un incontro organizzato dal Mav di Ercolano con Tahar Bel Jelloun, alle 18.30 all’Istituto Francese di Napoli (via Crispi), “Dialoghi e riflessioni sul razzismo”, con Bruno Moroncini, Christian Thimonier (console francese a Napoli), Karmima Moual e Cristiana Battocletti. Prosegue già da ieri, con il consueto appuntamento di proiezioni la Fondazione Valenzi; prossimo appuntamento domenica 26 alle 18, presso il Goethe Institut, con “Memoria e retorica della Shoah  –  Quando la storia non ha colpevoli”, a seguire proiezione del documentario inedito “Una storia di banale ordinarietà”. Tantissime iniziative, dunque, per dire no alla follia collettiva, alla morte innocente, ad assassinii immotivati e incivili. Di 69 anni fa. E a quelli del 2014? Come si dice di no?