mercoledì 8 Dicembre 2021
Ultime notizie

La Casina Pompeiana ospita la mostra Colore e Materia

Dal 12 al 29 ottobre 2021 la Casina Pompeiana della Villa Comunale di Napoli ospita la mostra “Colore e Materia”.

La mostra apre le porte presentando il colore dei dipinti di Amedeo Borzone e Claudio Martusciello e la materia delle sculture di Emilia Amato.

Servizio a cura di Fabio Andreozzi

La mostra organizzata dall’associazione “La terra de sole” presieduta da Silvana Fumo riunisce in una sola sala, il viaggio tra colore e materia.

«Questi artisti si intersecano tra di loro per beltà – dichiara Silvana Fumo – il pittore Claudio Martusciello al centro delle sue opere pone le donne di Napoli; Amedeo Borzone nelle sue tele iperrealistiche è come se le sue opere uscissero dalle cornici mentre Emilia Amato presenta dei pezzi unici.»

Ingresso mostra Colore e Materia (ed ingresso alla Casina Pompeiana) - Fonte foto: Fabio Andreozzi
Ingresso mostra Colore e Materia (ed ingresso alla Casina Pompeiana) – Fonte foto: Fabio Andreozzi

Claudio Martusciello ha frequentato L’istituto Statale d’arte Palizzi di Napoli ed è stato influenzato dai grandi maestri De Nittis, Boldini, Fattori e Palizzi, nelle sue opere ricrea atmosfere e personaggi della vita quotidiana Napoletana. Seguace del verismo, il maestro napoletano sviluppa la sua opera attraverso lo studio della realtà e del vero.

Emilia Amato frequenta la bottega del ceramista Orazio Polizzi, maestro dell’Accademia arte napoletana del Velardiniello, assorbendo antiche tecniche della reale fabbrica di Capodimonte.

Dal 2006 grazie all’uso di lustri metallici e innovative composizioni di smalti ed anche all’utilizzo di nuove tecniche illuminotecniche, le sue opere con successo cominciano a conquistare i sensi della committenza.

Attinia, opera di Emilia Amato – Foto di Fabio Andreozzi

Amedeo Borzone, allievo dei maestri Casciaro e Verdecchia presso l’istituto Statale d’arte Palizzi e l’accademia di belle arti di Napoli, espone le sue tele materiche cariche di una forza tanto da generare un effetto tridimensionale, tele che vivono una memoria lontana, teatrali ed eleganti.

La mostra è visitabile tutti i giorni, rispettando le norme anti-covid19 e seguendo gli orari di apertura della Casina Pompeiana e della Villa Comunale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: