venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

“Io che amo solo te”: il nuovo appuntamento del Chiaja Hotel

io che amo solo teOggi, giovedì 30 gennaio 2014, alle ore 18.30, presso il salottino del Chiaja Hotel de Charme, in Via Chiaia 216 (1^ piano), si presenta “Io che amo solo te” di Luca Bianchini. Il nuovo appuntamento, coordinato da Claudio Finelli, prevede l’intervento di Gianni Simioli e Sound Designer Cafè do Friariell Vol.2. I reading saranno a cura di Massimo Masiello. Per l’occasione l’evento sarà accompagnato dalla musica, in esclusiva anteprima, di Cafè do Friariell VOL.2. Io che amo solo te, di Luca Bianchini, un volume di 250 pagine, dal prezzo di 16 euro, edito da Mondadori,  ci mostra come in realtà certi amori, effettivamente, siano destinati a perdersi per poi ritrovarsi. Ninella è la sarta più bella di Polignano, un paesino in Puglia; ha 50 anni e, come tutti, qualche scheletro nell’armadio. Da giovane era fidanzata con Mimì Scagliusi, detto il re delle patate, ma la loro relazione fu interrotta per cause di forza maggiore.  Il fato ha voluto che i rispettivi figli Chiara e Damiano, si conoscessero e si innamorassero, arrivando a decidere di sposarsi. E così, il giorno del matrimonio Ninella e Mimì trascorrono un’intera giornata insieme. Difficile, in certe circostanze, capire se quella gioia derivi dalla realizzazione dei sogni del proprio bambino o dalla propria felicità. Vigile e attenta però è la suocera di Chiara, la moglie di Mimì. L’importante è tenere la situazione sotto controllo; ma se ci si distrae, che può succedere?
Il torinese Luca Bianchini di 43 anni, è scrittore, conduttore radiofonico e televisivo. Ha lavorato presso agenzie pubblicitarie e ha curato la campagna pubblicitaria di FIAT, TIM, Ferrero, Piaggio e Pagine Gialle. Il suo romanzo d’esordio è Instant love nel 2003; tradotto in tedesco nel 2004 e in spagnolo nel 2006. Ad esso seguono:  Ti seguo ogni notte (2004), Se domani farà bel tempo (2007), Siamo solo amici (2011), Cena di Natale, ovvero il seguito di Io che amo solo te, nel 2013.
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      18682.mp3

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.