venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

“In grazia di Dio”: dal 27 marzo al cinema

ripartire dalla terra“In grazia di Dio”, un film scritto da Edoardo Winspeare e Alessandro Valenti, diretto da Edoardo Winspeare ed interpretato da Celeste Casciaro, Laura Licchetta, Anna Boccadamo, Barbara De Matteis, narra la storia di tre generazioni che si trovano ad affrontare la crisi economica. Presentato al Festival di Berlino, dal 27 marzo 2014 è nelle sale italiane. Salvatrice, la nonna, Adele e Maria Concetta le sue figlie e Ina la nipote. La nonna è una credente, Adele una donna concreta, una lavoratrice, Maria Concetta un’attrice, dunque un’artista, una sognatrice e la ragazzina è un’adolescente, ribelle come tutte. Adele e il fratello, che dalla scena scomparirà molto presto, sono fasonisti, ovvero sarti. Le ordinazioni dei clienti iniziano a diminuire, lui si trasferisce in Germania, giungono i primi debiti e infine Equitalia.
“Quello che conta nella vita è che ogni giorno spunta il sole”, sono queste le parole di Adele non appena comprende quali siano i reali valori: vive lavorando i campi ma (ri)scopre la felicità, il benessere, la famiglia, (con cui per colpa dell’economia spesso, troppo spesso, i legami si compromettono), la serenità; trovare quella dimensione psico-fisica definibile “In grazia di Dio”, per l’appunto. Una particolarità del cast è che solo Maria Concetta, ovvero Barbara de Matteis, presente anche nel cast dell’ultimo film di Ferzan Ozpetek “Allacciate le cinture”, è l’unica attrice. Adele (Celeste Casciaro) è la moglie del regista, Salvatrice (Anna Boccadamo) lavora come cuoca, mentre Ina (Laura Licchetta) nella vita reale è un’estetista.
Guarda il trailer del film
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      20387

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.