sabato 17 novembre 2018
Ultime notizie

“Il silenzio della ragione”: torna l’Ortese a Napoli

Il silenzio della ragioneAl Ridotto del Mercadante di Napoli, da ieri 9 dicembre, il debutto de “Il silenzio della ragione”, tratto da “Il mare non bagna Napoli” di Anna Maria Ortese e diretto da Linda Dalisi. In scena dal 9 al 12 dicembre.

«Esiste nelle estreme e più lucenti terre del Sud un ministero nascosto per la difesa della natura dalla ragione, un genio materno d’illimitata potenza, alla cui cura gelosa e perpetua è affidato il sonno in cui dormono quelle popolazioni. Se solo un attimo quella difesa si allentasse, se le voci dolci e fredde della ragione umana potessero penetrare quella natura, essa ne rimarrebbe fulminata». Queste righe sono scritte all’interno de “Il mare non bagna Napoli”, uno tra i più famosi libri di Anna Maria Ortese, pubblicato nel 1953.  L’autrice mostrò in questa raccolta di novelle, e con le sue righe spietate, tutta la sua sofferenza e difficoltà nel (ri)conoscere la realtà ignobile dei vicoli della città. La sua denuncia  e polemica fu così netta da esser stato giudicato un testo anti-napoletanità.tes

La volontà è quella di non volersi confondere con tale realtà, tanto da volersi perdere in un mondo fantastico. Si tratta di un viaggio misto di ricordi e sogni: la scrittrice ritorna in quei luoghi e ne rivive le peculiarità. Ciò è messo in scena ed interpretato dagli attori: Michelangelo Dalisi,  Francesca De Nicolais, Lino Musella, Fabrizia Sacchi. È stata scelta grande essenzialità per l’aspetto scenografico; Zaira De Vincentiis è la costumista e Gigi Saccomandi il light designer.

                                                                                                                                                                                                                                                         Francesca Saveria Cimmino

Francesca Saveria Cimmino

Vice Direttore at Linkazzato.it
Nata a Napoli, si è laureata nel 2010-2011 in Conservazione dei beni demo-etno-antropologici; tesi di laurea in Antropologia visiva; relatore: Stefano Francia di Celle e correlatrice Helga Sanità. Nel 2012 ha frequentato a Roma, presso la Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi, un corso annuale di critica cinematografica, avente tra i docentiMassimo Causo e Simone Emiliani, e un corso trimestrale di sceneggiatura con Franco Ferrini. Ha partecipato anche ai seguenti workshops: produzione con Filmon Aggujaro, sceneggiatura con Demetrio Salvi, Ufficio Stampa con Francesco Carlo, girare un’intervista con Massimo Latini e scrivere per la tv con Massimo Cerofolini e Francesca Primavera e a Napoli un corso di dizione e speaker radiofonico con Jampa Serino, presso la scuola Cinemafiction.Nel 2012-2013 ha frequentato un corso di giornalismo cinematografico presso la Scuola di Cinema di Napoli con Giovanni Chianelli. Specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema, teatro e televisione, ha conseguito uno stage in Ufficio Stampa con Roberto Conte, Capo Ufficio Stampa del Suor Orsola Benincasa. Nel 2013 ha partecipato al seminario “La freccia e il cerchio”, ideato e diretto da Edoardo Sant’Elia e il suo saggio è tra i testi selezionati per la pubblicazione del 2017. Oggi è redattrice presso Linkazzato.it, Campania Su Web e Corriere dello Spettacolo. Collabora inoltre con il sito Cinerunner.it.