lunedì 12 novembre 2018
Ultime notizie

Fondo Ambiente Italiano: alla scoperta dell'Italia segreta

foto articolo fai

Il patrimonio Italiano. Fonte: tgcom24.it

Il Fondo Ambiente Italiano (FAI), è una fondazione nazionale senza scopo di lucro che dal 1975 promuove in concreto i principi di rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e la tutela del patrimonio artistico e naturalistico del territorio, parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità. Su queste basi il FAI  ha conseguito numerose vittorie nelle opere di restauro e nell’apertura al pubblico di importanti siti simbolo della cultura italiana. Ed anche oggi l’organizzazione, con l’avvento della primavera, propone la sua XXI Giornata che avrà luogo il 23 ed il 24 marzo 2013. Un appuntamento speciale che coinvolge l’ anima ed il corpo e nel quale gli italiani avranno modo di conoscere la propria storia attraverso capolavori dell’arte, ambienti meravigliosi e luoghi apparentemente familiari eppure sorprendenti. All’evento parteciparanno ben 700 luoghi italiani che mostreranno le proprie bellezze ancora poco conosciute e spesso inaccessibili che, proprio per l’occasione, eccezionalmente saranno a disposizione di tutti.
Chiese, palazzi, aree archeologiche, ville, borghi, giardini; persino caserme, centrali idroelettriche e un osservatorio astronomico sono solo una piccola parte di tutto ciò che straordinariamente si renderà visibile nelle due giornate. Tra i numerosi siti che apriranno le proprie porte spiccano: al Nord, Villa Durazzo Pallavicini, Palazzo Barbaro a San Vidal, Palazzo della Curia Maxima, Palazzo dell’Informazione, Deposito Locomotive e Officina F.S. Milano Smistamento, Castello Avogadro-Spada, Cappella Reale ed il Teatrino di Corte. Al Centro: Villa la Quiete, Chiesa di Sant’Agostino, le mura di Siena, il laboratorio tessile “Tela Umbra”, Palazzo Spada e Castello Boncompagni Viscogliosi. Ed infine al Sud: Complesso Monumentale di San Nicola da Tolentino,  Palazzo Abbaziale di Loreto, Villa Damaso Bianchi, Torre Alemanna, Castello Tramontano, il Parco Archeologico di Sibari, i mosaici di Sant’Aloe, Castello di San Niceto e Palazzo Mazzarino. La lista è infinita, quindi per maggiori informazioni è meglio consultare il sito www.giornatafai.it.

 

Bruna Di Matteo