lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Facebook festeggia i 10 anni di vita con Paper

facebook paperDa un paio di giorni è disponibile nell’Apple store l’ultimissimo gioiellino di casa Zuckerberg. La nuova app promessa in Gennaio è stata battezzata “Facebook Paper” e promette di sostituire del tutto la classica applicazione di Facebook per dispositivi mobili. Ad oggi disponibile solo negli Stati Uniti e solo per iOS7 sarà presto lanciata anche su dispositivi Android. Al primo avvio ci è subito chiara l’intenzione di rendere Facebook un vero e proprio quotidiano digitale, l’utente infatti oltre ad avere la classica dashboard del proprio social network può scegliere tra un ventaglio di notizie da aggiungere ai propri feed. Così chi sarà interessato ad avere notizie di politica e sport piuttosto che hi-tech e gossip in tempo reale basterà aggiungere i feed corrispondenti tramite delle semplicissime gesture. L’applicazione risulta, oltre ad avere un concept design veramente accattivante, molto fluida e veloce anche su dispositivi più “obsoleti” come iphone 4 e 4s. Per ogni news troviamo i classici tasti like, commenta, reshare ed è inoltre ovviamente possibile creare una propria notizia da condividere con gli amici o il mondo intero a seconda della privacy impostata.  Non mancano inoltre le classiche funzionalità come i gruppi, gli eventi, le richieste d’amicizia. Insomma pare proprio che chi ha già provato Facebook Paper non abbia più voglia di tornare ad utilizzare l’app principale.

Abbiamo detto che l’app è disponibile solo negli Stati Uniti, ma con un piccolo trucco sarà possibile scaricarla anche da noi miseri italiani. Il giochino è semplice, basta aprire l’apple store, scorrere in basso e cliccare su “Apple ID” e poi su “Visualizza Apple ID“. Nella sezione relativa al paese basterà cambiare da Italia a Stati Uniti, a questo punto comparirà il metodo di pagamento, basterà selezionare none e tornare allo store e scaricare la nostra app. Una volta scaricata l’app reimpostiamo le impostazioni dello store in italiano. Ricordiamo a tutti che la modifica del paese comporta il cambiamento del metodo di pagamento.

Se vuoi ascoltare l’articolo letto dai nostri redattori clicca qui
      19100