venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Il 2013 per l’UK è senza dubbio l’anno dell’eolico

eolico_off_shoreIl Dipartimento per l’Energia e il Cambiamento Climatico (DECC) ha pubblicato risultati certi che fanno parlare di supremazia dell’eolico negli Uk, infatti la quantità di energia elettrica prodotta grazie al vento rispetto al 2012 ha registrato un incremento del 38% con un 5% in più anche nel mix energetico nazionale del2012 e del 7,7% del 2013. Molto di questo successo è dovuto alla voglia di puntare sull’eolico offshore che ha prodotto una crescita della capacità istallata da 1,86 GW a 3,3 GW per un aumento totale del 79%. La bella notizia, ovviamente, viene dalla percentuale di energia prodotta definita “pulita”. I risultati sono davvero ottimisti e soprattutto fanno ben sperare sui progetti anche in relazione ad altri paesi. «sfruttare le costruzioni off shore, come è stato fatto in Uk, sarebbe un buon esempio anche per altri paesi che possono sfruttarne le capacità» ha dichiarato Francesco Azzarito revisore contabile di piani industriali delle aziende del settore delle energie rinnovabili, attento alle dinamiche di sviluppo del settore. Maria McCaffery, Chief Executive di RenewableUK ha commentato:“E’ bello vedere il modo in cui l’energia eolica è cresciuta in un solo anno. Ogni unità di produzione di energia eolica si traduce in una riduzione delle importazioni di combustibili dall’estero – in particolare gas, molto costoso. Sviluppare il settore eolico non vuol dire solo garantire la sicurezza dell’approvvigionamento energetico, ma anche affrontare il cambiamento climatico e creare posti di lavoro in alcune delle zone dove ce n’è più bisogno.
Se vuoi ascoltare l’articolo letto dalle nostre redattrici clicca qui
      2061.mp3