lunedì 18 dicembre 2017
Ultime notizie

Da Eataly è tornato l’Eataly Wine Festival 2017

L’ Eataly Wine Festival, il secondo appuntamento della nuova rassegna enologica di Eataly si è tenuto il 10 e l’11 novembre scorsi presso la sede Roma Ostiense.

Protagonisti indiscussi del festival, un vivaio di piccoli e giovani produttori che, grazie alla vetrina costituita dal colosso alimentare, riescono a farsi conoscere e apprezzare presso un pubblico più vasto.

Ad affollare la nuova enoteca, cinquanta giovani vignaioli e centocinquanta etichette, ognuna a suo modo interessante.

La ricchezza di prendere parte a un evento simile non sta solo nella possibilità di scoprire nuovi vini o di incontrarne di già conosciuti, ma anche nell’opportunità di assaggiare le storie che si celano dietro le note fruttate di un Sangiovese o nell’amabilità di un Lambrusco.

E così, se insieme al proprio palato ci si lascia guidare dalla curiosità e dalla voglia di ascoltare, si può scoprire realtà inaspettata come quella di Anima Corale, nata dall’incontro tra Francesco Guccione – eretico vignaiolo naturale da sostenitore dell’agricoltura biodinamica e della vinificazione a intervento minimo – e la Onlus “Casa dei Giovani”, fondata negli anni 80 a Bagheria da Padre Salvatore Lobue per il recupero di giovani tossicodipendenti e poi estesa a minori in difficoltà e donne vittime di prostituzione.

Un progetto che fa dell’unione di attività sociali e produzione locale il proprio punto forte, con l’obiettivo di produrre vini che siano naturali e che allo stesso tempo diano un futuro a chi aveva smesso di sperarci.

A rendere gli ottantotto ettari di Anima Corale ancora più preziosi, è il fatto che i terreni ora coltivati un tempo appartenevano alla mafia.

Interessante anche l’azienda Riserva della Cascina, una storia tutta romana che, all’XI miglio dell’Appia Antica coltiva le loro uve profumate. Rossi e bianchi tutti rigorosamente biologici che, proprio dall’antico tracciato romano prendono il nome.

Proseguendo il nostro percorso alla ricerca delle storie che si celano dietro i sapori, ospitati al terzo piano dell’ex Air Terminale c’è anche un’area food dove i ristoranti Livello 1 e Ercoli 1928, insieme alla pasticceria Le Levain propongo un menù gourmet curati nei minimi dettagli.

Tra questi, notevole è il Ristorante Livello 1, una realtà giovane che punta tutto sulla freschezza del pescato, con tanto di pescheria annessa. A stupire però, è l’attenzione prestata all’olio – rigorosamente extravergine – un’intelligente scelta di diversificazione sul mercato che ha portato il gestore del locale a dotarsi di un consulente dell’olio, che varia in base al piatto a cui viene abbinato.

L’Eataly Wine Festival 2017 si conferma un successo di presenze e si guarda con viva curiosità alla terza edizione.

https://www.eataly.net/it_it/negozi/roma/archivio-roma/wine-festival-2017/

Imma Amitrano

Ho 24 anni e mi piace scrivere da quando ho imparato a farlo. Dopo essermi diplomata al liceo classico di Castellammare di Stabia mi sono trasferita a Roma dove mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università La Sapienza, ho continuato il mio percorso formativo all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico conseguendo un master in critica giornalistica. I miei interessi sono rivolti al mondo della cultura e dello spettacolo, con una particolare predilezione per il teatro perché credo che il palcoscenico sia una lente privilegiata attraverso cui guardare la realtà.
Amo gli animali e sono vegana, adoro la letteratura e l’archeologia, il mare d’inverno e i vecchi film in bianco e nero.