sabato 17 novembre 2018
Ultime notizie

“E-cat”: energia con reattori a fusione fredda.

L’ “E-cat”, acronimo di ecologic catalyzer, potrebbe da oggi sostituire le fonti di energia fossili. Stiamo parlando, infatti, della più grande rivoluzione per l ‘energia mondiale made in Italy, che da alcuni giorni è prenotabile direttamente sul sito alla “modica” cifra di un milione e mezzo di dollari, in consegna dal 2014.
Nello specifico si tratta di un dispositivo progettato e realizzato dall’ingegnere italiano Andrea Rossi, avente l’aspetto di un container con 106 celle,  ognuna delle quali contenente tre reattori a fusione fredda,  che con una potenza in ingresso di 200Kw  sarebbe in grado di erogare 1Mw in uscita, nella versione per usi industriali, oppure per la versione casalinga da 10Kw.

Container E-cat

Container E-cat

Le caratteristiche principali di E-Cat sono essenzialmente due: la prima è che è alimentato a nichel ed idrogeno, due elementi facili da reperire, non economicamente cari e non è troppo di impatto sull’ambiente, e la seconda che E-Cat non produce scorie o elementi difficili da smaltire. Lo stesso Rossi ha affermato che esistono negli Stati Uniti degli E-cat già funzionanti, preparati e costruiti come lui comanda. Inoltre vi sono aziende come quella svedese  “Elforsk”, prestigiosa e  molto affermata nel campo della ricerca energetica, che sta mostrando grande interesse, anche in termini di finanziamenti, per questo progetto. Tutto questo farebbe crescere le speranze di molti consumatori affinché si possa iniziare ad utilizzare questa potentissima fonte di energia alternativa. Ma ad oggi non vi sono prove  da parte di terzi, che il tutto funzioni correttamente e  che il sistema dia veramente il risultato sperato, cioè, grande quantità di energia prodotta, con ridotti consumi e con impatto inquinante pari a zero per l’ambiente.

Possiamo con entusiasmo affermare che sembri  sia arrivato il momento di dare un’ulteriore accelerata alla ricerca e alla produzione di questi congegni basati sulle “LENR –Low Energy Nuclear Reactions”.

 

                                                                                                                                       Dino Picascia