giovedì 15 novembre 2018
Ultime notizie

Cake Design, il boom in Italia per combattere la crisi

Nell’ultimo periodo vi sarete sicuramente accorti che in televisione, su internet, per strada sta prendendo sempre più piede una nuova moda: il cake design. All’improvviso tutti sono diventati esperti pasticceri, creatori di vere e proprie opere d’arte, spendendo fior fior di quattrini in materiali e in vari corsi organizzati. Il cake design è l’arte di realizzare torte e prodotti dolciari di grande qualità e bellezza. Esso è frutto di grandi conoscenze delle tecniche dolciarie, mescolate alla creatività e alla conoscenza di modalità innovative ed estremamente creative. Cake design e pasticceria sono, quindi, intrinsecamente legati ma affermare che un cake designer sia un pasticcere è riduttivo: infatti, i requisiti non sono solo la capacità di produrre delle ottime torte o dolci e decorarli in maniera eccezionale, ma sono necessarie molte altre abilità che di solito provengono da diversi rami come l’ingegneria, la pittura e l’arte in generale. Inoltre, requisito fondamentale è la conoscenza di tutti i regolamenti che riguardano sia la manipolazione che la produzione di prodotti alimentari allo scopo di garantire un prodotto bello ma principalmente commestibile e che non faccia male. Attualmente esistono varie riviste e tutorial online e televisivi che forniscono tutte le spiegazioni e le tecniche necessarie per il cake design, rivolti ad un pubblico che vuole approcciarsi in maniera amatoriale. D’altro canto, oggi in Italia stanno nascendo sempre più laboratori o corsi, aperti a tutti, mirati ad un’ottima formazione. Molti di questi, forniscono un attestato, altri soltanto conoscenze e materiali, ma in entrambi i casi nel nostro Paese, non conferiscono il titolo di cake designer. Lo scopo di frequentarli è quello di migliorare la propria tecnica e conoscenza e diventare operativi, rintracciando lo stile a cui più si appartiene.

Su questa scia, l’arte di decorare le torte sta diventando una vera e propria professione e fonte di guadagno in cui il cake designer ha il compito di creare dei prodotti in base alle esigenze ed alle richieste dei clienti. Ciò presuppone un vero e proprio iter: la prima fase è inerente alla pianificazione, nella quale vengono considerati i gusti e i desideri dell’acquirente; segue poi una vera e propria fase di progettazione della torta. Una volta elaborata quella giusta, si passa alla realizzazione che deve rientrare nei tempi previsti. La creazione di dolci decorati può durare anche una settimana, in cui “l’anomalo pasticcere” esegue lavori di massima precisione impegnandosi ore ed ore sui decori e soprattutto sui dettagli e ritrovandosi talvolta a lavorare addirittura di notte. Un’attività, quindi, molto dura ed applicativa ma che, se eseguita adeguatamente, oltre ad essere soddisfacente, rappresenta un’ottima fonte di profitto. Ma perché sempre più Italiani sono attirati dal cake design? Una possibile spiegazione è riscontrabile proprio nel sentimento di alienazione causato dalla crisi che sta attraversando l’Italia negli ultimi anni: nel grigio della vita quotidiana, nelle difficoltà che siamo costretti ad affrontare tutti i giorni, quest’arte rappresenta un’isola felice, un modo per esprimere la fantasia e la creatività, una speranza, un sogno, una possibilità per non cadere a picco ed essere schiacciati dai problemi. Il cake design costituisce un sistema per appagare quattro dei cinque sensi umani: il gusto, la vista, il tatto e l’olfatto. Insomma è una forma creativa per trovare una via di fuga e, perchè no?, anche per rimpinguare il portafogli.

foto articolo cake design-fredda

Bruna Di Matteo