mercoledì 14 novembre 2018
Ultime notizie

Bologna-Napoli 1-7, risultato tennistico al dall’Ara

16486808_10210308015169057_8500923419733364155_o

Nell’anticipo della 23esima giornata di serie A, un super Napoli distrugge il Bologna a domicilio, al dall’Ara con il risultato tennistico di 1-7. Azzurri micidiali con le triplette di capitan Marek Hamsik e Dries Mertens(nuovo capocannoniere del campionato) e il goal di Insigne. Per i padroni di casa a segno Torosidis. Reina para un rigore a Destro, entrambe le squadre rimangono in 10 uomini per le rispettive espulsioni di Callejon e Masina.

Trionfo che riscatta subito il deludente pareggio di domenica scorsa al San Paolo contro il Palermo con il risultato di 1 a 1. Partenopei che hanno un inizio scoppiettante sono già in vantaggio di due reti dopo 6′ minuti. Al 25′ Reina blocca un rigore di Destro, concesso per fallo di mano di Callejon che poco dopo viene addirittura espulso per un entrata in ritardo su Nagy,centrocampista del Bologna. Passano 10 minuti e la parità numerica è ristabilita con espulsione di Masina per fallo da ultimo uomo su Mertens, sarà proprio quest’ultimo a segnare lo 0-3 su punizione. Al 36′ il Bologna prova a riaprire con Torosidis, ma il Napoli cala il poker, con il folletto belga.

Nella ripresa altri due goal spettacolari per Hamsik e uno per Mertens, regalano un pallone a testa per le rispettive triplette. Azzurri che quindi sono momentaneamente al 2° posto a quota 48 punti, Bologna fermo a 27.

“Non sarò mai Maradona, ma voglio superarlo. Siamo contenti di essere entrati alla grande in partita, abbiamo avuto un grande impatto sul match. Adesso si parla di miglior Napoli della stagione, ma la settimana scorsa contro il Palermo le parole erano state diverse. E siamo contenti anche per i gol”. 

Queste le parole di Hamsik ai microfoni di Mediaset Premium, che poi aggiunge: “Maradona obiettivo? Non sarò mai più grande di Maradona, ma voglio togliermi questo sfizio e ci proverò. Difficile per Milik reinserirsi con questo tridente? Questo tridente magico sta funzionando, fa molto male alle difese e speriamo di andare avanti così. Paura al Real? Prima c’è il Genoa, poi penseremo alla grande sfida contro il Real”.

Mario Ruggiero

Mi chiamo Mario Ruggiero, ho 24 anni, sono dottore in Scienze della Comunicazione. Amo far sentire la mia voce scrivendo, proprio per questo motivo ho deciso di farmi sentire tramite Linkazzato.it, in quanto giornale online molto innovativo che non ha alcuna sudditanza psicologica verso i poteri forti.