lunedì 19 novembre 2018
Ultime notizie

Scuola, arriva l'era digitale

Pare che l’era digitale sia arrivata anche per la scuola. Infatti, l’acceso dibattito sulla digitalizzazione dei libri scolastici che ha visto contrapporsi il Ministro Profumo e le alte sfere dell’editoria scolastica (rappresentanti un mercato da 650 milioni ,pari al 20% dell’intero business cartaceo)  alla fine è stato vinto proprio dallo Stato.

A Parlare è la nota che è  stata divulgata dopo la firma del Ministro Profumo e che portaTra le principali novità, la disposizione per i Collegi dei docenti di adottare, dall’anno scolastico 2014/2015, solo libri nella versione digitale o mista” specificando poi che “Inizialmente, l’innovazione riguarderà le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di I grado, la prima e la terza classe della secondaria di II grado”.

Il decreto contiene anche delle significative novità riguardanti i costi che le famiglie italiane devono affrontare per le dotazioni scolastiche:Se i prezzi di copertina dei libri, definiti per l’anno scolastico 2013/2014, restano confermati anche per il 2014/2015, si riducono i tetti di spesa entro cui il Collegio dei docenti deve mantenere il costo complessivo dei testi adottati”.

Potrebbe delinearsi anche la possibilità di una riduzione complessiva fino al 30% nel caso in cui tutta la dotazione scolastica venga digitalizzata. Risparmio che potrebbe essere usatilizzato dalle scuole per “dotare gli studenti dei supporti tecnologici necessari (tablet, PC/portatili) ad utilizzare al meglio i contenuti digitali per la didattica e l’apprendimento”.

 

 

Vincenzo Nigri