venerdì 9 Dicembre 2022
Ultime notizie

Aperte le iscrizioni ai laboratori gratuiti a Bologna dell’International Workshop Festival ‘PerformAzioni 2022’

Sono aperte a Bologna le iscrizioni ai laboratori gratuiti condotti tra il 5 e l’11 settembre da compagnie storiche e maestri della scena nazionale e internazionale, ospiti dell’undicesima edizione di PerformAzioni – International Workshop Festival, ideata e organizzata dalla compagnia Instabili Vaganti con l’obiettivo di promuovere il dialogo interculturale attraverso il teatro e la danza, ricostruendo una comunità aperta e stimolando la creazione artistica in nuove occasioni di confronto e di condivisione.

Sono 4 i percorsi formativi indipendenti rivolti ad attori, danzatori, artisti, ma anche a persone interessate senza alcuna esperienza tecnica. A condurli saranno la danzatrice indiana Anuradha Venkataraman (5-8 settembre), Massimo Munaro del Teatro del Lemming (5-6 settembre), Jordi Perez e Alba Rosa della compagnia catalana Sargantana (7-11 settembre) e Nathalie Mentha del Teatro Potlach (8 settembre).

Anuradha Venkataraman arriva per la prima volta in Italia

Anuradha Venkataraman arriva per la prima volta in Italia per compiere un percorso di introduzione alla danza classica Bharatanatyam, basata su elementi come l’arte drammatica, la musica e il ritmo. “Gestures And Beyond – The World Of Bharatanatyam”, il workshop di danza indiana da lei condotto, si terrà da lunedì 5 a giovedì 8 settembre (ore 19-21) presso il LIV Performing Arts Centre (via R. Sanzio 6) come parte del progetto “Dancing in the Train”, finanziato grazie al Programma Operativo Nazionale “Città Metropolitane 2014-2020” – PON METRO 2014 – 2020. Anuradha si esibisce e insegna da oltre venticinque anni. Ha collaborato con l’Indian Council for Cultural Relations, e in rappresentanza di questa prestigiosa istituzione si è esibita in Polonia, Germania, Danimarca e Lussemburgo. La sua formazione accademica comprende un master in Arts And Aesthetics alla Jawaharlal Nehru University e un PhD in Cultural Studies alla Jain University. Ha insegnato alla Korea National University of Arts di Seoul e Azim Premji University in India. Per le sue produzioni, presentate nei maggiori festival indiani, ha ricevuto il riconoscimento del Dipartimento di cultura del Governo dell’India e della India Foundation for the Arts. Ha ricevuto inoltre la nomination per il Prakriti Excellence in Contemporary Dance Awards con la produzione di video-danza “Angels” parte della web serie VideoDante#India prodotta dall’Istituto Italiano di Cultura di New Delhi e diretta da Instabili Vaganti. Nel workshop verranno esplorati la postura del Corpo, i passi ritmici, la gestualità delle mani e verrà introdotto un elemento fondamentale della Danza classica Indiana: l’”Abehinaya”, l’uso dell’espressione facciale nella narrazione. 

Lunedì 5 e martedì 6 settembre (ore 11-17) sempre al LIV Performing Arts Centre ci sarà il laboratorio per attori diretto da Massimo Munaro del Teatro del Lemming, fra i gruppi italiani di punta della cosiddetta generazione degli anni Novanta: “I cinque sensi dell’attore” è un percorso teatrale che si caratterizza per il coinvolgimento drammaturgico e sensoriale degli spettatori. L’indagine ricolloca al centro dell’esperienza teatrale la ritualità e il mito, ed esplorando il tema de “Le Metamorfosi” proporrà un metodo di ricerca per far rivivere il mito nel corpo dell’attore. L’attore nella sua relazione ravvicinata ed intima con sé stesso, con i compagni, con lo spazio e con lo spettatore verrà indotto a una messa a nudo radicale e a una ricerca personale e tecnica che passa per una disponibilità assoluta all’ascolto e all’attenzione di sé e dell’altro. Ai partecipanti si richiede di indossare abiti bianchi e neri; di portare un quaderno ed una penna, una coperta (da utilizzare anche durante il lavoro), una candela su portacandela e una benda nera.

Per il Progetto “Dancing in the TRAIN” arrivano inoltre Jordi Perez Alba Rosa della Cia Sargantana 

Per il Progetto “Dancing in the TRAIN” arrivano inoltre Jordi Perez Alba Rosa della Cia Sargantana con sede a Barcellona, compagnia di danza e teatro contemporaneo il cui obiettivo principale è instaurare un dialogo sincero e reale con il pubblico, creando uno spazio per un’esperienza rivelatrice. Perez e Rosa terranno il laboratorio residenziale di teatro danza in site-specific “Li/ea/ving #Bologna” da mercoledì 7 a domenica 11 settembre (ore 10-18) al LIV Performing Arts Centre. Approfondendo il rapporto tra vivere e partire, soprattutto alla luce dei flussi migratori di questi ultimi anni, ci si accosterà al metodo di lavoro della compagnia, ovvero il Sistema IAM (Impulse-Action-Motion), che permetterà di acquisire delle competenze utili a dare fiducia e libertà ai perfomer/creatori. Ogni membro prenderà parte alla creazione e allo sviluppo di scene d’insieme e assoli lavorando in spazi interni ed esterni del LIV Performing Arts Centre ma anche in contesti urbani come il TRENO della Barca, edificio di edilizia residenziale pubblica da poco entrato a far parte, assieme agli altri portici di Bologna, del Patrimonio UNESCO.

E ancora, “Tutto cambia. I colori e le risonanze della voce” è il titolo della masterclass di ricerca per l’attore sulla voce in teatro, condotta da Nathalie Mentha del Teatro Potlach giovedì 8 settembre al Laboratorio San Filippo Neri in via Manzoni 5 (ore 11-14). Il corso è rivolto a giovani attori, danzatori, musicisti che intendono scoprire altre possibilità della loro voce e del loro corpo e ad artisti che ritengono utile una ricerca trasversale alla propria disciplina. Si richiede un testo a piacere (minimo 6 righe), imparato a memoria e mai usato prima; una musica attuale e una canzone a piacere; un abbigliamento comodo. Nathalie Mentha svolge un’intensa attività pedagogica in Italia e all’estero dal 1987. Durante la pandemia ha seguito la formazione vocale individuale di artisti appartenenti a tutti campi artistici, interessati al suo Zoom-workshop “Yoga – Voce”. Dal 2010 al 2012 è stata invitata dall’Ambasciata Svizzera in collaborazione con l’Alliance Française per la “Settimana della Francofonia” a Città del Messico, Delhi, Pondichery, Ahmedabad, Calcutta, per presentare la sua performance “For Edith Piaf“, un omaggio alla grande cantante francese. Con lo stesso spettacolo nel 2013 si esibisce a Tokyo. Nel 2014 è in Brasile a Recife invitata dal Festival de Grandes Espettaculo di Janeiro, e nel 2015 in Pennsylvania e nel Texas.

La partecipazione ai workshop è gratuita fino a esaurimento posti. Per informazioni e iscrizioni scrivere a workshop@instabilivaganti.com. La tessera associativa è obbligatoria (10 €).

L’edizione 2022 di PerformAzioni, intitolata “Il cerchio in espansione / the circle in expansion”, rientra nelle iniziative di Bologna Estate ed è realizzata in collaborazione con Mismaonda e con il sostegno di MIC Ministero della culturaComune di Bologna, Città Metropolitana, Comune di Valsamoggia, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Crowdfunder35. Il festival si svolgerà dal 3 al 17 settembre in modalità diffusa nel territorio della Città Metropolitana, coinvolgendo spazi del Centro e della periferia della Città di Bologna, teatri e location site-specific nei Comuni di Casalecchio di Reno e Valsamoggia.

Mario Ruggiero
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: