venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Il progetto diversamente abili si arena, mancano gli spazi

anida-700x204Giuseppe Sannino, Presidente dell’Anida (Associazione nazionale italiana diversamente abili) afferma: “ora i rapporti con il Comune di Napoli sono buoni, ma il progetto “Diversamente Moda” non decolla.
Il Presidente Sannino, non può ritenersi soddisfatto,d’altronde come dargli torto, è dal 2011, anno di presentazione del progetto elaborato per il lavoro ai disabili, che è costretto ad una vera e propria via crucis tra riunioni con assessori, incontri tecnici ed appuntamenti telefonici, che, fino ad ora, non ha prodotto nulla di concreto sul piano pratico.
“E’ una fatica enorme per me, sia sul piano mentale che fisico, visto le mie gravi difficoltà motorie”. Credetemi!! è veramente uno sforzo sovrumano seguire le manifestazioni di interesse dei politici e poi doversi districare nei meandri delle amministrazioni tra tecnicismi e formalismi, per non parlare poi di  assessori disponibili e solerti funzionari che non mantengono mai gli impegni presi.” Afferma Sannino.
“E passato ormai oltre un mese dalla riunione con il Sindaco De Magistris, che sancì la pace tra il Comune e l’Anida, con l’impegno da parte dell’Amministrazione a reperire dei locali adatti alla creazione del laboratorio di alta moda, ma siamo ancora in alto mare!” Denuncia Sannino.
Nelle riunioni tenute con gli assessori Fucito e Gaeta, era stato convenuto che la cosa più importante da fare subito, prima di intraprendere ulteriori iniziative per la concreta attuazione del progetto, era quella di individuare i locali idonei dove far nascere  “Diversamente Moda”. 
“Sono troppo esperto delle pratiche dilatorie degli enti locali, per non temere che possa trascorrere tutto il mese di Luglio senza nessuna soluzione, per poi ricominciare da capo a Settembre, come se nulla fosse.
In questo modo passano gli anni e non si crea lavoro per disabili e i disoccupati napoletani.”
“Abbiamo detto più volte che non vogliamo assistenza, ma aiuto nel costruire il lavoro per le fasce più deboli e non ci faremo bloccare da impegni non mantenuti.” Conclude Sannino.
“I locali idonei per il nostro progetto ci sono, sono abbandonati ed inutilizzati, è un vero spreco che restino in quelle condizioni, speriamo che l’Assessore Fucito si dia una smossa.
Far partire il progetto “Diversamente Moda”, sarebbe un bel successo per il Sindaco di Napoli e rappresenterebbe la prima vera risposta ai disabili, poveri tra i poveri.”

Arianna Esposito

Direttore responsabile Linkazzato at Linkazzato
Giornalista pubblicista dal 2012, una laurea in sociologia e una sconfinata passione per l’universo delle parole, bilanciata da una certa avversità per quello dei numeri. A chi mi chiede dove ho lasciato il filo, rispondo che il filo, quello del discorso, raramente lo perdo.